Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Aguzzi: “La mia candidatura dovrebbe essere un punto d’orgoglio per il comune”

Il primo cittadino di Colli al Metauro interviene sulla sua candidatura alle regionali. Il punto sulla situazione del comune che guida.

il sindaco aguzzi dice no alla fondazione articolo 32COLLI AL METAURO – “Visto il dibattito che si è aperto sulla mia candidatura mi sento di intervenire”.

Il sindaco di Colli al Metauro Stefano Aguzzi interviene sulla sua candidatura alle elezioni regionali con la coalizione di Centro destra in quota Forza Italia.

Aguzzi interviene all’indomani delle dichiarazioni di Cristian Bellucci, consigliere di maggioranza di Colli al Metauro che si è dichiarato contrario alla scelta del sindaco.

“Colli al Metauro – afferma il Sindaco – nasce da una fusione molto forzata ed accellerata nella tempistica che aveva portato una grande tensione tra i cittadini delle 3 ex comunità di Montemaggiore, Saltara e Serrungarina, oltre al commissariamento,  appena a due anni dalle elezioni, di questi 3  ex comuni portando, di fatto, al blocco totale di tutte le attività.

Alcuni cittadini mi chiesero di candidarmi, visto la mia esperienza e la  non appartenenza a nessuna delle 3 comunità in questione, perché a loro dire,  avrei sicuramente dato  un contributo positivo alla crescita e alla coesione sociale del neo nato Comune.

Con i miei collaboratori – continua Aguzzi – iniziai questo percorso incontrando grandissime difficoltà, quasi inimmaginabili in un qualsiasi altro comune non proveniente da una fusione. Abbiamo ricostruito l’intera macchina amministrativa dell’Ente, abbiamo unificato tutti i regolamenti comunali, abbiamo coeso il personale ed il loro modo di lavorare in un unico Comune, abbiamo iniziato un percorso di progettazione di una serie di opere di cui non c’era traccia al momento del nostro insediamento.

Dopo 3 anni e mezzo mi sembra incredibile il percorso che siamo riusciti a portare avanti tenendo conto delle difficoltà dovute alla fusione e oggi all’emergenza sanitaria che abbiamo appena affrontato. Di questo, devo dare merito a tutti i miei collaboratori, assessori, consiglieri, prosindaci, dipendenti comunali ma anche ai tanti cittadini,  alle varie associazioni presenti sul territorio come la Pro loco, l’Avis, la Protezione Civile e tante altre ancora.

In appena 3 anni e mezzo abbiamo effettuato le  verifiche sismiche di tutte le Scuole di Colli al Metauro ed investito tantissimo sia economicamente che in energie, iniziando dall’ampliamento della scuola Lugli, dall’abbattimento delle barriere architettoniche della scuola Rodari, dalla creazione della sala mensa alla scuola Dezi di Calcinelli, alle  ristrutturazioni delle scuole Dezi di Saltara, chiusa dopo il terremoto e che riaprirà entro l’anno e a quella della scuola Ciavarini di Montemaggiore attualmente con i lavori in corso.

Abbiamo realizzato ed investito nella Pista polivalente a Montemaggiore, l’illuminazione a Serrungarina, gli spogliatoi del campo sportivo di Tavernelle, i lavori di ampliamento dei cimiteri di  Montemaggiore e Serrungarina,  la rotatoria di via Carbonara e la palestra di Villanova prevista dalla vecchia amministrazione priva però di  parcheggi al suo servizio che noi abbiamo, invece,  ottenuto attraverso una variante e alla perequazione edilizia.

Attualmente insistono tante altre opere ancora in fase di realizzazione come la rotatoria presso l’uscita della superstrada di Calcinelli di cui si vedono i lavori in queste ore e che vedranno il termine entro un paio di mesi, l’inaugurazione della Casa della Salute zona posta vecchia prevista nella giornata del 5 agosto, la pubblicazione del bando per la ridefinizione del nuovo ed unico PRG di Colli al Metauro che vedrà finalmente il territorio unificato anche dal punto di vista urbanistico.  Proprio oggi è partita anche la gara d’appalto per l’ampliamento del cimitero di Saltara.

Quando una forza politica ed un candidato presidente alla regione, probabilmente  vincente a queste elezioni, propone ad un sindaco di candidarsi, non lo fa se quest’ultimo non ha dimostrato capacità amministrative ed il fatto che io abbia accettato questa sfida,  dovrebbe essere un punto d’orgoglio per l’intero comune di Colli al Metauro che proprio grazie a questa candidatura e ad una mia possibile elezione, vedrà il suo primo cittadino portare l’esperienza e la conoscenza di questo territorio in istituzioni superiori dando indubbiamente forte beneficio in tutto il territorio  provinciale.

Per quel che riguarda il prosieguo amministrativo nel nostro Comune – conclude Aguzzi – non ci sarà nessuna interruzione anche dopo una mia eventuale elezione,  saranno il vice sindaco ed i miei assessori a portare avanti l’attività amministrativa fino alle prossime elezioni.

La loro esperienza maturata in questi anni al mio fianco,  garantirà il prosieguo di una buona amministrazione anche in futuro. Del resto questo era il mio mandato fin dall’inizio far crescere una classe dirigente al mio fianco alla quale non mancherà mai il mio apporto in qualsiasi ruolo che io potrò ricoprire”.

altri articoli