Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Elezioni a Fossombrone, la lista “Uniti per Fossombrone” di Elisa Cipriani

Conosciamo meglio il programma ed i candidati della lista "Uniti per Fossombrone" con candidata a sindaca Elisa Cipriani

unione per fossombrone lista cipriani
I candidati della lista “Uniti per Fossombrone”

FOSSOMBRONE – La lista “Uniti per Fossombrone” si presenta alle prossime elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre con la candidata a sindaca Elisa Cipriani. Capiamo meglio quali sono gli obiettivi.

“Coerenza e passione queste sono le parole che abbiamo scelto per il nostro simbolo e per descriverci, sono le parole sulle quali questo gruppo si basa.

Abbiamo formato questa lista perché le dinamiche che si stanno svolgendo in contesti politici locali hanno portando, per la smania di successo, alla formazione di nuovi gruppi ed alleanze facendo dimenticare anche valori, posizioni, parole spese: questo a noi non piace e non ci appartiene.

La coerenza è la prima forma di serietà che traina e su cui si muove la passione, è ciò rende credibile ed affidabile un progetto e le persone a cui si affida questo compito.

LA CANDIDATA A SINDACO ELISA CIPRIANI

Il nostro candidato Sindaco è Elisa Cipriani, dottoressa in conservazione dei beni culturali ed archeologia, settore in cui lavora. Ha un percorso politico lineare e chiaro.

La sua attenzione alla vita amministrativa locale, non si è accesa improvvisamente a pochi mesi dalle elezioni, ma oltre dieci anni fa.

Ha rivestito il ruolo di consigliere comunale prima di maggioranza e, durante quest’ultima legislazione, di minoranza. È sempre intervenuta su più argomenti e sulle scelte poco idonee dell’Amministrazione uscente, presentando anche numerose proposte ed interrogazioni”.

UNITI PER FOSSOMBONE PERCHE’ LA CITTA’ HA BISOGNO DI CURA

“Il nostro progetto ci vede Uniti per Fossombrone perché la città ha bisogno di cura. Cura per ricreare un tessuto economico che rilanci la centralità del centro storico, favorisca l’apertura di nuovi laboratori artigianali ed industriali, ma soprattutto investa finalmente sui nostri beni culturali per creare nuovi posti di lavoro ed indotti.

Il nostro comune, infatti, ha un elevato numero di bellezze storiche, culturali e paesaggistiche che non aspettano altro che divenire luoghi da vivere. Dobbiamo creare strutture d’accoglienza e soggiorno, percorsi culturali, escursionistici, enogastronomici che vanno uniti non solo alle attività esistenti, ma strettamente correlati a percorsi provinciali e regionali.

Per comprendere le notevoli possibilità di sviluppo che si creerebbero basta pensare a quanto un piccolo progetto legato ad un solo luogo come le “Marmitte dei giganti”, nel giro di pochissimo tempo, è divenuto meta di centinaia di persone ogni giorno.

LE PRIORITA’ DELLA LISTA

Ovviamente serve ripristinare la viabilità rifacendo strade urbane ed extraurbane, marciapiedi, aree parcheggio, abbattendo le barriere architettoniche, occorre corredare di arredi, come panchine, il verde pubblico e mantenere il decoro dell’intera città attraverso una pulizia costante.

Bisogna avere cura dei nostri ragazzi aumentando la sicurezza, la funzionalità degli edifici scolastici, implementare il numero delle sezioni a tempo pieno ed il numero dei posti nell’asilo nido, oltre il mantenimento dei plessi minori di Isola di Fano, Calmazzo e Borgo Sant’Antonio.

Offrire ai giovani edifici sportivi e spazi urbani attrezzati per molteplici attività sportive, spazi plasmati attorno alle loro esigenze come una biblioteca provvista di aule di studio, di lettura, con emeroteca e ludoteca, con spazi polivalenti dove svolgere doposcuola, laboratori, musica per sperimentare e rivelare le loro passioni e capacità, per corsi serali e per l’università della terza età, insomma una biblioteca che sia non solo un luogo di cultura, ma d’incontro anche tra generazioni diverse. Prendersi cura naturalmente degli anziani implementando strutture a loro dedicate per evitarne l’isolamento, oltre a prevedere maggiori aiuti delle famiglie in difficoltà e supporto ed assistenza per quelle che hanno casi di disabilità più o meno grave.

LA QUESTIONE DELL’OSPEDALE DI COMUNITA’

Certamente non dimenticheremo di mantenere alta la richiesta e la pressione presso la Regione Marche per i 20 posti ospedalieri di lungodegenza e per un vero pronto soccorso, oltre che per l’attivazione di altri servizi sanitari nell’intero territorio ampliando la sinergia con i comuni vicini, sia per questi che per altri servizi.

L’AMBIENTE E LA RACCOLTA DIFFERENZIATA

Serve poi cura per il territorio per aumentare la raccolta differenziata e rendere il nostro comune plastic-free.

Vogliamo allestire uno spazio in cui svolgere stabilmente un mercato dei prodotti agro-alimentari a km zero e del Biologico, che si leghi alle attività agricole locali, per agevolare gli acquisti e dove i consumatori possono trovare prodotti locali e genuini come la pesca “Flaminia”.

Questa pesca è un’antica varietà di percoca recuperata nel nostro territorio, la cui produzione è ripresa poi a Montelabbate, che abbiamo deciso di regalare durante la nostra presentazione proprio perché riassume in sé il nostro progetto che verte nel rivalutare e puntare sulle nostre peculiarità e sul nostro patrimonio.

I CANDIDATI DELLA LISTA

“I nostri candidati hanno più esperienze e competenze, in quanto sono rappresentanti della scuola, del mondo del lavoro dipendente ed autonomo, dell’innovazione, dell’associazionismo, del turismo, della terza età.

Alcuni candidati sono più conosciuti ai nostri concittadini per il loro lavoro e la loro esperienza, altri sono meno noti, ma son stati scelti appositamente per le loro competenze per poter rendere operativo il programma ed i progetti che abbiamo in mente per la città. Essi sono:

Leonardo Spadoni Operaio BBC in pensione, sindacalista CGIL. È nel Direttivo del Centro Anziani e Presidente della squadra di Boccia alla lunga.

Matteo Bellucci, camionista. Ciclista da sempre. Ha una grande passione politica: molto attivo sui social sui temi amministrativi forsempronesi e provinciali.

Fatima Cordella, laureata in psicologia. Insegnante nella scuola primaria di Sant’Antonio, poi nel Capoluogo, sempre impegnata nel sociale.

Daniela Profili, madre di due un ragazzo di 13 anni e una bambina di 6. Attivissima nel sociale in supporto a bambini ospedalizzati e bisognosi.

Davide Procaccini, magazziniere grande centro di distribuzione di prodotti agroalimentari. Vivace partecipante di numerose attività ludico-teatrali tra genitori e figli.

Roberto Ciaschini, artigiano nel settore del legno, produce prodotti d’eccellenza che uniscono tradizione e avanguardia. Ex consigliere comunale a Mondolfo.

Alessio Demeli, ingegnere informatico, lavora come consulente per delle aziende relativamente all’analisi dei dati. Molto attivo nel conoscere e seguire le problematiche legate all’acqua ed ai servizi comuni.

Luigia Andreucci, cuoca ed imprenditrice nel settore ristorativo. Vicepresidente dell’Arci di Urbino.

Luigi Fazzi, dottore in scienze dei beni culturali-ambientali, guida turistica provinciale. Lavora nel settore del turismo culturale su percorsi che si svolgono in tutta la nostra provincia. Ex consigliere comunale della Prima circoscrizione del Comune di Pesaro (30.000 abitanti).

altri articoli