Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Bocce, la Oikos Fossombrone sogna lo scudetto

Oltre a Fossombrone anche la Montegranaro alle finali nazionali dei campionati italiani a squadre di bocce, specialità raffa.

Oikos Fossombrone 2020-2021-1
Oikos Fossombrone

FOSSOMBRONE – Oikos Fossombrone (serie A maschile) e Montegranaro (juniores) rappresenteranno le Marche alle finali nazionali dei campionati italiani a squadre di bocce, specialità raffa.

Entrambe possono sognare lo Scudetto, almeno fino alla final four di San Giovanni in Persiceto (Bologna) in programma nel primo weekend di luglio.

Eccezionale l’impresa del Fossombrone in serie A. Dopo il terzo posto nel girone della stagione regolare e il successo per 6-2 sugli abruzzesi del Mosciano nel match di andata del play-off, l’Oikos doveva difendere in terra teramana i quattro set di vantaggio nel match di ritorno.

E’ stata durissima: dall’altra parte il campione del mondo Gianluca Formicone, in forma top, metteva alle strette Andrea Cappellacci nell’individuale e trascinava i suoi anche nella coppia. Il Fossombrone riusciva a vincere soltanto due set, uno nella terna e uno con la coppia Marco Principi-Silvano Girolimini.

Il Mosciano, insomma, pareggiava i conti imponendosi 6-2, stesso punteggio con cui l’Oikos aveva vinto all’andata.

Si andava così a un drammatico spareggio ai pallini in cui Marco Principi e Andrea Cappellacci colpivano tutti i propri sei bersagli, mentre i padroni di casa non riuscivano ad essere altrettanto precisi. I ragazzi dell’Oikos potevano quindi far esplodere la propria gioia. La qualificazione alla final four era cosa fatta.

I forsempronesi, neopromossi, erano una squadra outsider, ma eccezionale è stato il lavoro svolto dalla società del presidente Umberto Eusepi che ha confermato lo zoccolo duro della vecchia formazione a disposizione di coach Massimo Ansuini, composto dal campione italiano over 50 Silvano Girolimini, da suo figlio Alex Girolimini, dall’esperto e validissimo Andrea Grilli e dal giovane sempre più affidabile Cesare Carbonari.

Montegranaro Juniores
Montegranaro Juniores

Il mercato ha poi portato due autentici fuoriclasse come Andrea Cappellacci, top player ormai affermato, e il ventenne Marco Principi, uno degli astri nascenti della raffa nazionale. Con loro Valeriano Rotatori, molto più di una riserva.

Ora nulla può essere precluso all’Oikos Fossombrone, neanche sognare lo Scudetto, pur nella consapevolezza che a San Giovanni in Persiceto le favorite saranno le altre tre squadre, ovvero i milanesi del Caccialanza, i piemontesi del Possaccio e i laziali campioni d’Italia in carica del Boville Marino.

Ma non ci sarà soltanto l’Oikos Fossombrone a rappresentare le Marche nelle finali in terra emiliana. Nella categoria Juniores, infatti, si è qualificato il Montegranaro che, eliminando nel derby marchigiano dei quarti di finale i campioni d’Italia uscenti della San Cristoforo Fano, ha acquisito il diritto ad accedere all’ atto finale del campionato.

Dopo il pareggio nel match di andata a Fano, in casa propria i veregrensi si sono imposti 4-2. Davvero una bella squadra quella allenata da Massimiliano Di Battista e composta dagli under 18 Carlo Brasili e Mattia Pistolesi e Francesca Cannella, nonché dagli under 15 Francesco Cannella, Matteo Pergolesi e Sofia Pistolesi, che faranno di tutto per far restare nelle Marche lo scudetto juniores vinto lo scorso anno dalla San Cristoforo Fano.

Avversari del Montegranaro alla final four saranno i piemontesi del Possaccio e le vincenti degli ultimi due play-off Boville Marino-La California e Cacciatori-Ferrarese.

altri articoli