Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

Il Giornale del Metauro

Volley, Laura Marcucci e la responsabiltà di allenare

Le interviste di Simone D'Andrea per la rubrica "La voce dello sport"

apav_volley_laura_marcucci
Laura Marcucci e la sua squadra del minivolley

CALCINELLI – Laura Marcucci, 20 anni è l’allenatrice della squadra under 13 dell’Apav e giocatrice in Serie C.

Come ti sei avvicinata alla pallavolo?
Mio padre mi ha indirizzato verso questo sport poi, seguendo qualche partita alla Tv è scoccata la scintilla.

Cosa rappresenta per te questo sport?
La vedo come una crescita personale, mi ha insegnato tanti valori che mi sono utili nella vita di tutti i giorni.

Quando hai deciso di allenare?
Ho iniziato perché volevo trasmettere ad altri la mia passione per questo sport e soprattutto per mettermi in gioco. Mi sono sempre chiesta cosa spingesse i miei allenatori a trascorrere ore ed ore sui parquet ed ora capisco il perché: vuoi sempre migliorare e per farlo c’è bisogno di tanto sacrificio e lavoro sul “campo”.

apav_volley_laura_marcucci_squadra
La squadra dell’Under 13

Cosa ti piace di questo ruolo?
Vedere i bambini e le ragazze divertirsi e crescere raggiungendo degli obiettivi mi inorgoglisce parecchio. Mi piace scovare in loro del potenziale e lavorarci affinché venga sfruttato al massimo, ma la cosa più bella è tornare a casa con il sorriso sulle labbra perché con loro si ride sempre.

Chi sono i ragazzi che alleni?
Seguo i bambini del minivolley che vanno dai sette ai dieci anni mentre sono vice allenatrice di un gruppo di ragazze under 13 e uno di under 14.

Quali sono le difficoltà?
Far mantenere alta la concentrazione, fanno molta fatica perché catturare la loro concentrazione è un compito complesso. Instaurare dei rapporti con loro è altrettanto difficile, magari alcune sono ragazze chiuse ma attraverso lo sport iniziano ad aprirsi.

Cosa cerchi di dare a queste ragazze?
Oltre la tecnica della pallavolo cerco di trasmettere le mie caratteristiche da pallavolista quali la grinta, lo spirito di squadra, il rispetto delle avversarie e il divertimento. E’ importante capire che si vince e si perde insieme.

Quali soddisfazioni ti sei ritagliata quest’anno?
Con l’under 13 siamo diventate campionesse provinciali e questo vale tutti gli sforzi che si fanno durante la stagione.

altri articoli