Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

Il Giornale del Metauro

Unione per Fossombrone: “La casa di riposo privatizzata dalla Giunta Bonci”

casa_di_riposo_fossombrone_struttura
La casa di riposo realizzata dal Comune di Fossombrone nel 2010

FOSSOMBRONE – “La Casa di Riposo ‘G.Castellani’ è stata privatizzata dalla Giunta Bonci per 15 anni, forse ancora i cittadini forsempronesi non se ne sono accorti”. E’ quanto scrivono in una nota i consiglieri di minoranza della Lista Unione per Fossombrone Chiarabilli, Cipriani, Saccomandi e Amadori..

“Noi non siamo contro la concessione dei servizi a priori come è stato fatto per la residenza protetta – continua la nota – ma sicuramente l’ente comunale andrebbe salvaguardato adottando i giusti criteri e sinceramente anche il numero di anni previsto ci sembra esagerato visto che il privato non dovrà effettuare chissà quali investimenti strutturali: struttura nuova costruita nel 2010.

L’unica cosa certa è che la privatizzazione di tale servizio va contro quanto ha sbandierato il M5stelle in campagna elettorale, che era solo e sempre a sostegno dei servizi pubblici, ma questo non ci meraviglia dalla Giunta Bonci visto che ha provveduto anche a cedere al privato oltre 500.000 euro di quote Megas net in possesso dal comune di Fossombrone.

casa_di_riposo_fossombrone_inaugurazione
Un momento dell’inaugurazione con il sindaco Maurizio Pelagaggia

Parlare e fare promesse a vanvera in campagna elettorale è facile – affermano i consiglieri di minoranza – amministrare e farlo bene è una cosa completamente diversa. Poi i suoi assessori o colleghi in altri comuni fanno proclami contro il privato convenzionato nella sanità: ma un minimo di dignità ce l’avete?

Inoltre quali tutele e garanzie sono state previste a favore degli ospiti e dei dipendenti della casa di riposo? Non ci risulta che le cooperative che si sono aggiudicate l’appalto abbiano provveduto a versare anticipatamente il canone annuale di concessione (circa oltre €. 80.000,00) al momento dell’aggiudicazione nel mese di novembre 2018 come previsto nel bando e come dovrebbe essere previsto nel bilancio 2018 dell’ente. Ci sono molti lati oscuri da chiarire in questa operazione che sembra che vada molto a favore del privato e per questo abbiamo provveduto ad inviare via pec un’interrogazione il 20 gennaio scorso.

Noi chiediamo a tutela degli ospiti e delle loro famiglie che venga nominata il prima possibile la commissione di controllo sulla gestione dei privati con persone competenti e soprattutto che venga garantito la possibilità di nominare un rappresentante anche alla minoranza consiliare a tutela dell’amministrazione stessa e dell’intera città. Se non c’è nulla da nascondere non si temono controlli.

Infine abbiamo visto che gli enti pubblici possono assumere qualche dipendente in più rispetto agli anni precedenti, ma abbiamo notato che il comune di Fossombrone per quest’anno assumerà 4 vigili presso il Comando di Polizia, 2 istruttori cat. C ai Servizi Generali ed 1 impiegato cat. D presso la Ragioneria, ma ci chiediamo non era meglio dare la priorità all’assunzione di 2 operai per chiudere le buche nelle strade e 2 educatrici nell’asilo nido? Purtroppo di queste figure fondamentali per mandare avanti alcuni servizi non viene fatta menzione da nessuna parte”.

altri articoli