Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

Il Giornale del Metauro

Trasporti, la Regione investe sulla ferrovia Civitanova-Albacina

L'Assessore Sciapichetti ha annunciato la realizzazione di due nuove fermate e dell'elettrificazione della linea

ferrovia_civitanova_albacinaANCONA – Le Marche si confermano una regione a due velocità: mentre nel Pesarese, il dibattito sul ripristino della ferrovia Fano-Urbino continua da decenni con una volontà di trasformare l’attuale linea ferroviaria in pista ciclabile, nel sud della Regione vengono prese importanti iniziative per potenziare le linee ferroviarie esistenti.
Dopo l’intervento di elettrificazione della linea San Benedetto-Ascoli Piceno di qualche anno fa, la Regione annuncia l’elettrificazione della linea Civitanova Marche-Albacina e la realizzazione di due nuove fermate: Macerata Università e Tolentino. Di seguito il comunicato.

Due nuove fermate si aggiungeranno a breve nella tratta ferroviaria Civitanova-Albacina: la nuova fermata di Macerata Università e la fermata di Tolentino.

Lo ha annunciato l’assessore regionale ai Trasporti, Angelo Sciapichetti a margine di una riunione tenutasi questa mattina in assessorato alla quale erano presenti i sindaci di Macerata, Romano Carancini e di Tolentino Giuseppe Pezzanesi, il Rettore dell’Università di Macerata , Francesco Adornato e i vertici di RFI con il responsabile della direttrice Adriatica, Roberto Laghezza.

“E’ un motivo di grande soddisfazione questa decisione – ha rimarcato l’assessore Sciapichetti – perché abbiamo rappresentato a RFI le legittime esigenze di un territorio provato dagli eventi sismici e sono state accolte. Una risposta concreta e importante, dunque, diventata irrinunciabile per il capoluogo che ospita il più antico Ateneo delle Marche che andava collegato in maniera adeguata. Un progetto, finanziato con fondi regionali che ammontano complessivamente a 2 milioni e 700 mila euro che mira ad accrescere i livelli di accessibilità dell’Università e ad innescare una significativa diversione modale dal trasporto individuale a quello collettivo con effetti benefici sulla congestione stradale, sull’inquinamento atmosferico, sulla sicurezza della circolazione e quindi sulla qualità di vita della popolazione.

Anche per Tolentino diventa molto importante in prospettiva della realizzazione del campus universitario. Insomma, un lavoro impegnativo di concertazione tra Enti e che oggi possiamo dire in via di realizzazione.”

In particolare l’intervento finanziario per la fermata di Macerata sarà in totale di 1.650.000 euro di cui la Regione finanzierà 1.350.000 euro e RFI 300.000, per Tolentino l’intervento è di 1.350.000 tutto a carico della Regione Marche

Ma le buone notizie non si limitano alle due nuove fermate, perché si aggiungerà anche l’importante opera di riqualificazione della rete infrastrutturale e dei servizi ferroviari attraverso interventi di elettrificazione nel tratto Civitanova –Albacina dove sono in corso i lavori propedeutici.

“Un altro intervento importante sotto molteplici aspetti, sia di viabilità che ambientali – ha spiegato Sciapichetti – perché consentirà una diminuzione dei tempi di percorrenza e l’utilizzo di materiali elettrici che andranno a sostituire l’impiego di Diesel. Un grande passo avanti per le Marche sia in termini di qualità dei viaggi ferroviari con l’utilizzo di treni di nuova generazione che di qualità dell’aria per la notevole diminuzione dell’impatto ambientale”.

I lavori riguarderanno interventi di ristrutturazione delle stazioni di Montecosaro, Morrovalle, Corridonia/Piediripa, Macerata, Tolentino, San Severino Marche, Castelraimondo, Matelica. (ad’e)

altri articoli