Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Premio “Monia Andreani” per combattere le discriminazioni

La scadenza per la presentazione delle domande è il 30 agosto 2021.

monia andreaniURBINO – Il Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni (CUG) dell’Università di Urbino Carlo Bo ha indetto un concorso per l’attribuzione del Premio “Monia Andreani”.

Il Premio persegue due scopi: ricordare la figura di Monia Andreani (Perugia, 12 dicembre 1972-Fano 27 maggio 2018), filosofa e attivista italiana prematuramente scomparsa all’età di 45 anni, molto legata all’Ateneo di Urbino, dove si era formata e aveva conseguito il dottorato di ricerca in Antropologia filosofica e fondamenti delle scienze, dove aveva svolto attività di ricerca ed era stata docente di Etica del servizio sociale prima di passare all’Università per Stranieri di Perugia.

Figura dai molteplici interessi, con i suoi studi Monia Andreani ha dato un notevole contributo a tematiche cruciali per l’attività del CUG quali i diritti umani, la multiculturalità, la differenza di genere, i diritti delle persone LGBTQ+, l’etica della cura, la vulnerabilità, la non violenza, l’ecologismo;

L’altro obiettivo è quello di valorizzare gli studi relativi agli ambiti di azione del CUG, cioè pari opportunità, benessere di chi lavora e lotta alle discriminazioni, condotti all’Università di Urbino.

Il Premio è assegnato a una tesi di Laurea magistrale discussa nell’Ateneo Urbinate relativa a un argomento riguardante una o più delle citate tematiche di interesse del CUG.

ll Premio ha un importo pari a € 1.330,00 (al lordo delle ritenute di legge e comprensivo degli oneri a carico dell’ente) ed è riservato a studentesse e studenti dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo che hanno conseguito il titolo di Laurea magistrale nell’a.a. 2019/2020.

La scadenza per la presentazione delle domande è il 30 agosto 2021.

Il bando e il modulo per la domanda di partecipazione sono disponibili sul sito dell’Università.

altri articoli