Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

Il Giornale del Metauro

Parcheggi a Fano, riorganizzazione in corso da parte di Aset

Sosta blu, si pagherà solo il tempo reale di utilizzo grazie ad una app

parcheggi_fano_riorganizzazione_asetFANO – «Sosta blu, grazie a un’applicazione innovativa gli automobilisti fanesi potranno pagare solo in base alla durata reale del parcheggio, non un centesimo in più», afferma il presidente di Aset spa, Paolo Reginelli.

La società per i servizi è infatti pronta ad attuare un pacchetto di misure, appena varate dalla giunta comunale di Fano, per riorganizzare alcune aree di sosta a pagamento. Le altre linee guida: precedenza alla mobilità leggera e al trasporto delle persone con disabilità, interventi per sistemare la viabilità interna dei parcheggi in questione, i vecchi muretti, le ringhiere e gli asfalti. «Esclusa l’espansione delle aree per la sosta blu», specifica il presidente Reginelli.

Entro breve tempo sarà dunque introdotta una nuova modalità di pagamento, che utilizzerà i telefoni cellulari smartphone e che calcolerà in modo puntuale l’importo del tagliando sulla base degli orari di arrivo e partenza. Si valuterà di adottare lo stesso sistema anche per gli accessi giornalieri alla Ztl in centro storico.

Le nuove misure stabiliscono inoltre sosta gratuita nei parcheggi a pagamento per i mezzi che trasportino persone con disabilità, nel caso siano occupati o indisponibili gli stalli riservati.

Per ricavare più spazi per la sosta delle biciclette, saranno riorganizzati i parcheggi a pagamento in piazza Costa, nei piazzali Avveduti, Marconi e della stazione ferroviaria. In piazza Kennedy saranno aggiunti 31 posti a pagamento, compensati però da altrettante soppressioni di stalli blu tra piazza Costa e piazzale Avveduti (-3), piazzale 24 Maggio (-6), piazzale Marconi (-4) e via Indipendenza (-18, si passa al disco orario).

«L’operazione è dunque a somma zero per quanto riguarda il numero degli stalli a pagamento», conclude il presidente Reginelli. Saranno spostati, infine, i parcometri di piazzale Malatesta, delle vie Cavallotti e Mura malatestiane.

altri articoli