Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

Il Giornale del Metauro

L’edizione numero 217 del Giornale del Metauro

Il Giornale del Metauro numero 217E’ in distribuzione l’edizione numero 217 de Il Giornale del Metauro.

La copertina di questo numero 217 è dedicata all’appuntamento elettorale del prossimo 26 maggio quando diversi Comuni della Valle del Metauro rinnoveranno i Consigli comunali ed eleggeranno il nuovo sindaco. Fra questi per la copertina è stato scelto il comune più popoloso, ovvero Fano con i suoi quattro candidati: Teodosio Auspici, Marta Ruggeri, Massimo Seri, Lucia Tarsi. Non dimentichiamoci poi che nello stesso 26 maggio, oltre alle Elezioni Comunali, si vota anche per le Europee, per il rinnovo del Parlamento Europeo.

Anche in questa edizione 217 de Il Metauro si dà spazio alla protesta che le popolazioni terremotate Centro Italia stanno organizzando per il 1 giugno. Il terremoto ci riguarda perché parte della nostra Regione è ancora devastata e la ricostruzione è ad un punto di stallo. Non dimentichiamolo!

Primo piano dedicato ad un argomento molto importante: DOV’E’ LA MAFIA: la criminalità organizzata nelle Marche. A questo tema è stata dedicata un’intera pagina facendo una sintesi della serata che si è svolta a Fossombrone lo scorso 16 maggio nell’ambito dell’iniziativa “Primavera della Legalità”.

Casciotta di Urbino, Olio di Cartoceto, Prosciutto di Carpegna… anche tre DOP della provincia a rischio contraffazione: la denuncia di CNA alimentare.

Dal sito web www.ilmetauro.it la “cara” salma: “Tassa sul morto”, morire a Pesaro costa di più per chi deve essere trasportato fuori dal comune.

Spazio alle persone con il ricordo del Preside Polo Olivieri, recentemente scomparso e la storia del Maestro Stefano Venturi con la sua pluridecennale esperienza nel mondo della musica.

E poi le pagine con le notizie dai territori Fano, Fossombrone, Sant’Ippolito, Cartoceto e Colli al Metauro…

Ed infine le rubriche: il Diario Metaurense, la Voce dello Sport di Simone d’Andrea, la Rosa dei Venti di Dabih Isidori e Metaurix, la sicurezza in pillole di Leone Pietro di Benedetto.

altri articoli