Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Impronte Femminili con Cuoche combattenti e Progetto Quid

Appuntamento domenica 21 marzo con Nicoletta Cosentino e Valeria Valotto

FANO – Appuntamento domenica 21 marzo, alle ore 18, con “Impronte Femminili” dedicato a due preziose realtà: Cuoche Combattenti Progetto Quid che il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha voluto premiare con l’Onorificenza al merito della Repubblica italiana nello scorso dicembre: eroine di ogni giorno, distintisi per l’impegno quotidiano nella solidarietà, nel volontariato, per l’attività in favore dell’inclusione sociale.

Sarà in diretta streaming Nicoletta Cosentino, palermitana, vittima di violenza domestica che dopo un percorso di recupero intrapreso nel centro antiviolenza e grazie anche al supporto della rete Di. Re. (Donne in rete contro la violenza) ottiene la copertura per un finanziamento da Banca Etica e crea “Le Cuoche Combattenti”, un laboratorio artigianale di conserve e prodotti da forno; nel suo laboratorio coinvolge otto donne sottratte alla violenza, non solo fisica, ma anche psicologica e familiare; offre loro stage formativi e lavoro come presupposto per riacquistare libertà, dignità e indipendenza economica.

Ci sarà poi Valeria Valotto a raccontare di Quid Moda etica: un’impresa sociale che recupera le rimanenze di tessuti di alta qualità dei grandi marchi e le trasforma in abiti economicamente accessibili impiegando prevalentemente donne svantaggiate che provengono da realtà e situazioni difficili. Oggi che si parla molto di etica e sostenibilità nel settore dell’abbigliamento è difficile trovare una realtà migliore di Progetto Quid da portare come esempio di cosa significhi moda responsabile.
Diretta streaming domenica 21 marzo alle ore 18:00 su:
con Nicoletta Cosentino e Valeria Valotto
moderano Silvia Fumelli e Claudia Urbinati, Associazione Olinda
saluti di Valentina Corinti, Centro Antiviolenza “Parla con Noi”
Simona Palazzetti Assessora Comune di Cagli
introduce Sara Cucchiarini Ass.ra Comune di Fano
altri articoli