Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

I sindaci di Cagli e Cantiano chiedono la chiusura del Pozzo del Burano

Il Movimento "Dipende da Noi" appoggia l'iniziativa dei sindaci che chiedono anche una assemblea pubblica

emergenza idrica burano sindaci cagli e cantianoCAGLI – Il movimento “Dipende da Noi” saluta con favore la richiesta formulata questa dai Sindaci di Cagli e Cantiano relativamente all’immediata chiusura del Pozzo del  Burano.

Nella richiesta si chiede alla Regione Marche di convocare con urgenza il Comitato Provinciale di Protezione Civile e si ricorda, opportunamente, che il Pozzo è da considerarsi risorsa strategica a cui ricorrere solo in via emergenziale e per il tempo strettamente necessario ad arginare le crisi idriche.

Sosteniamo convintamente anche l’ulteriore, importante richiesta dei Sindaci di Cagli e Cantiano, vale a dire l’invito alla Regione e all’Aato affinché si organizzi in tempi auspicabilmente rapidi “un’assemblea pubblica, nella quale vengano illustrati non solo i dati di monitoraggio del Pozzo, ma anche gli interventi strutturali programmati, le relative coperture finanziarie e i tempi di realizzazione con particolare riferimento allo sfangamento dell’invaso del Furlo e alla sostituzione delle reti idriche per la riduzione delle perdite”.

Come movimento invitiamo ad un fattivo sostegno di questa proposta, e successivamente alla partecipazione all’incontro pubblico, tutte quelle reti, associazioni, forum e comitati, nonché  esperti, studiosi amministratori e portatori d’interesse, che con le proprie osservazioni e proposte possono concretamente contribuire a tracciare soluzioni per il futuro, soluzioni finalmente strutturate e necessariamente imperniate sulla condivisione, sulla trasparenza e democraticità, superando nella chiarezza e nel rispetto dei ruoli tra gestore e organi di controllo  forzature e pression e superando altresì ogni tentazione populistica e ogni strumentale tentativo di contrapposizione costa-entroterra.

altri articoli