Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

Esposizione Filiera biologica marche

Ferrovia Fabriano-Pergola in Regione si discute di ciclovia ed i sindaci non vengono nemmeno interpellati

Gabriele Santarelli, sindaco di Fabriano

FABRIANO – Uno sgarbo istituzionale viene definita dal sindaco di Fabriano Gabriele Santarelli l’interrogazione che domani 15 ottobre il consigliere Boris Rapa porterà in consiglio regionale che contiene la proposta di trasformare la ferrovia Fabriano–Pergola in pista ciclabile.

“Questa Amministrazione – scrive il sindaco Gabriele Santarelli nella nota inviata alla Regione – ha sempre chiesto che si avviasse un progetto per la riattivazione della tratta ferroviaria considerandola un volano fondamentale per lo sviluppo dell’entroterra Anconetano e Pesarese.
In un’area dove il cantiere della Pedemontana Fabriano-Sassoferrato ha festeggiato i 50 anni di incompiuta e dove l’unica via di collegamento è rappresentata da una strada Provinciale che non ha le caratteristiche per sostenere il traffico di chi quotidianamente per lavoro e per motivi di studio si sposta da un territorio all’altro, la ferrovia rappresenta una infrastruttura fondamentale”.

Santarelli parla di una precisa volontà che ha portato alla chiusura della ferrovia e ribadisce che non può essere una interrogazione in consiglio regionale ad affrontare un tema così ampio: “Abbiamo stigmatizzato più volte e in diversi tavoli il fatto che la tratta ferroviaria è stata fatta morire con orari di servizio inservibili per gli utenti e mettendola in competizione con le linee di pullman che percorrono lo stesso tragitto.
Prima di parlare di ciclovie, che avrebbero un senso se sviluppate parallelamente a una linea ferroviaria e non al posto della stessa, abbiamo bisogno di capire che visione vogliamo dare al sistema infrastrutturale dell’area dell’Appennino”.

Il sindaco di Fabriano nel ribadire il valore strategico dell’infrastruttura ipotizza anche i vantaggi di collegare le Università di Camerino e Urbino a Fabriano che, ricordiamolo, si trova sulla linea ferroviaria Ancona-Roma.

Auspicando che il dialogo su questa importante questione non si risolva con una interpellanza e che soprattutto coinvolga le amministrazioni, il sindaco aggiunge: “Negli anni abbiamo stretto contatti e rapporti importanti con persone che per professione si occupano dello sviluppo delle linee ferroviarie e noi in questo momento storico non possiamo consentire che una linea sospesa, non dismessa, per un dilavamento che poteva essere risolto con risorse economiche esigue, fatto passare per un intervento faraonico, possa essere smantellata a colpi di interrogazioni”.

Irritato il sindaco attraverso un post scrive: “Un certo Rapa del gruppo consiliare Uniti per le Marche porta in consiglio regionale la richiesta di trasformare la linea ferroviaria Fabriano-Pergola in pista ciclabile. Peccato che i sindaci dei tre comuni coinvolti non siano stati ascoltati, altrimenti avrebbe saputo che siamo tutti contrari. È inammissibile che si prendano queste iniziative in sfregio a chi i territori li rappresenta direttamente. Non so dove vive questo Rapa, mai visto da queste parti, però si arroga questa decisione. Non staremo certo a guardare che il clima pre elettorale diventi un campo da guerra dove ognuno a caccia di voti fa proprie le richieste di gruppetti di persone”.

altri articoli