Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Coronavirus Marche, il TAR sospende l’ordinanza della Regione

Nel braccio di ferro tra Governo e Regione Marche, il TAR sospende il provvedimento. Ma gli scenari pre-ordinanza sono cambiati, ora i casi di contagio ci sono.

tar marcheANCONA – Il presidente del Tribunale Regionale Amministrativo Sergio Conti sospende l’ordinanza della Regione Marche e tutti i provvedimenti in esso contenuto, tra cui la chiusura delle scuole fino al 4 marzo.

Il Tribunale fa riferimento a misure che “sono pesantemente incidenti su diversi diritti e libertà costituzionali”.

Nell’atto di impugnazione il Governo afferma che l’ordinanza manca del suo presupposto, infatti al momento dell’emissione da parte della Regione non sussistevano casi accertati di contagio nelle Marche

La Regione aveva motivato invece il provvedimento con la vicinanza all’Emilia Romagna, territorio in cui erano stati invece confermati casi di contagio.

Il TAR considera un fatto di natura politica e non giuridico che anche la Liguria si sarebbe comportata allo stesso modo delle Marche, senza però trovarsi impugnati i suoi provvedimenti. Per tale ragione non può essere giustificato l’esercizio del potere.

In attesa di discutere la questione in camera di consiglio in data 4 marzo il TAR, in via cautelare, ne ha sospeso gli effetti.

Quindi domani tutti a scuola? Manifestazioni ripristinate? Ancora non è chiaro. Visto che ora i casi di contagio sono stati certificati e lo stato delle cose rispetto a due giorni fa si è modificato. In serata sono attesi sviluppi.

altri articoli