Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Addio al Professor Giorgio Pedini

E' stato medico primario all'ospedale di Fossombrone e Fano. Ha fondato il gruppo di volontariato AVULSS di Fossombrone.

giorgio pedini okFOSSOMBRONE – Il professor Giorgio Pedini si è spento all’età di 85 anni. Accanto a lui, fino agli ultimi momenti, la moglie Luciana con la quale ha avuto quattro figli.

Fossombrone era stata eletta a sua città adottiva ma Pedini era fanese di nascita, suo padre aveva fondato la nota azienda di cucine la cui prima sede era a Fano in zona Gimarra. Segni di quello stabilimento sono ancora visibili. Negli ultimi anni Giorgio era tornato a vivere a Fano assieme alla moglie, nella casa di famiglia di Gimarra.

Era per tutti il “Professor Pedini”, al suo nome era associato il titolo che viene spesso attribuito al medico illuminato, dotato di grandi conoscenze scientifiche: tante persone lo ricordano infatti per essere state curate da lui! Era il “medico di una volta”, quello a cui ci si affidava completamente per risolvere un problema di salute.

Giorgio Pedini è stato anche un gentiluomo nel senso più alto della parola, un uomo attento ai cambiamenti del mondo, vicino a giovani, dotato di una cultura solida in campo medico esaltata da una profonda umanità nei rapporti interpersonali. Un rigore formale espresso anche esteticamente attraverso la sua immancabile giacca con cravatta e gilet.

Ha ricoperto ruoli importanti con estrema professionalità ed umiltà. L’umiltà infatti era in lui una costante che lo portava ad essere risolutivo senza essere impositivo, a ricomporre le situazioni dove vi era conflittualità. Ha espresso queste sue doti naturali nella sua amata professione ma anche coltivando e sostenendo il volontariato attivo attraverso l’associazione AVULSS.

Sarà importante non perdere l’eredità professionale e morale che questo “piccolo, grande uomo” lascia.

LA CARRIERA PROFESSIONALE

Giorgio Pedini si era laureato in Medicina all’Università degli Studi di Pavia e nella città lombarda aveva svolto i primi anni della professione medica. Con la vincita del concorso come primario all’Ospedale di Fossombrone, la città metaurense diventa per tanti anni la sua città adottiva. Sarà infine primario al Santa Croce di Fano dove concluderà la sua carriera professionale.
In pensione, continuerà ad essere presente nell’organizzazione ospedaliera e farà anche parte del consiglio della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano occupandosi di salute e volontariato.

L’AVULSS E IL SUO IMPULSO AL MONDO DEL VOLONTARIATO

Nel 1985, quando era primario a Fossombrone, Giorgio Pedini viene contattato da Pia Santarelli referente urbinate dell’Associazione AVULSS (Associazione per il Volontariato nelle Unità Locali dei Servizi Socio Sanitari) invitandolo a formare un gruppo proprio a Fossombrone.

Pedini si attiva e riesce a far nascere un gruppo che ancora oggi opera assistendo malati soli e cercando di alleviare la situazione delle persone in difficoltà. Ha seguito sempre l’associazione come responsabile culturale, curando la formazione dei volontari. Ha ricoperto anche incarichi provinciali e nazionali all’interno dell’Associazione con lo spirito di servizio che lo hanno sempre contraddistinto.

Le sorelle Amelia e Anna Maria Stellacci – amiche di famiglia e volontarie della prima ora nell’AVULSS di Fossombrone – ricordano Giorgio Pedini come “un uomo di grande esempio morale, generoso e coerente, un esempio di vita completa nella professione e nella famiglia, un uomo di grandi principi animato dalla fede cristiana”.

Per don Bruno Storoni – parroco di Pian di Rose e animatore spirituale dell’AVULSS di Fossombrone – “Pedini era un uomo giusto che ha usato la legge dell’amore in tutti i modi, non solo nella professione ma in tutti gli aspetti della vita”.

I funerali di Giorgio Pedini saranno celebrati sabato 24 luglio nella cattedrale di Fossombrone partendo alle 9.30 dall’ospedale cittadino. La salma sarà tumulata nel cimitero comunale.

altri articoli