Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

8 marzo, le donne di Colli al Metauro si raccontano in un video

L'iniziativa è promossa dal Comune e raccoglie diverse esperienze professionali, creative ed artistiche.

donne colli al metauro
Francesca Cavallotti, direttrice scientifica del Museo del Balì

COLLI AL METAURO – In occasione dell’8 Marzo,  giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, istituita nel 1999,  l’Amministrazione comunale di Colli al Metauro, ha deciso di realizzare un video “speciale” che vede protagonista la figura femminile nei diversi aspetti e settori della società come musica, arte e scienza che verrà trasmesso lunedì ore 21 su Fano TV e divulgato sui maggiori social.

Il video, dal titolo “8 Marzo: Donne, musica, arte e territorio” è stato girato al Museo del Balì, patrocinato dall’Amministrazione comunale di Colli al Metauro, vedrà un alternarsi di eventi girati negli spazi di questa storica struttura.

“Causa questa grave pandemia da Covid 19 che vieta qualsiasi iniziativa pubblica, in questa giornata così importante per la figura della donna – afferma l’assessore ai servizi finanziari Emanuela Primavera – la nostra Amministrazione ha ritenuto opportuno promuovere un momento di riflessione sul concetto di pari opportunità e valorizzazione del protagonismo femminile in genere e in particolare nel territorio del Comune che amministriamo.

A tal  proposito abbiamo deciso di organizzare questo  evento che valorizzi le donne nei diversi campi e aspetti della società civile al fine di promuovere un sistema sociale più inclusivo”.

“A questa iniziativa – afferma l’assessore alle politiche sociali Annachiara Mascarucci – hanno collaborato i Pro Sindaci di Colli al Metauro, alcune Associazioni e personalità del territorio quali: Francesca Cavallotti Direttrice Scientifica del Museo del Balì, Arianna Palazzetti e Camilla Dentale per la parte musicale, Chiara Bertozzi curatrice del libro “Il passaggio del fronte a Saltara”, Marta Severini curatrice del libro lettura di un racconto in dialetto, Marta Marchetti curatrice del volume “Montemaggiore al Metauro – Agosto 1944 – Il passaggio del fronte”, Ramona Battistelli e Nadia Isabettini dell’Associazione Culturale Liberamente gruppo Teatro dell’Essenziale che reciteranno la poesia “Un minuto di silenzio per Ludwika” di Wisława Szymborska.

Ci saranno immagini delle residenze creative e artigianato artistico del progetto “Arte a Serrungarina – la ceramica rende più belli i nostri paesi” curato da Silvana Vitali e le artiste della Mostra realizzata dalla Pro Loco di Montemaggiore “Luce d’arte”.

Mi preme sottolineare – conclude l’assessore Mascarucci – l’importanza di questo evento in un periodo così cruento che sta vivendo la figura femminile, nella speranza che si capisca il valore di ogni essere umano nella nostra società”.

altri articoli