Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

10 febbraio, Giorno del Ricordo

Commemorazione nella sala del consiglio regionale ad Ancona. Premiati gli studenti della III B del Polo 3 di Fano

giorno del ricordo reigone marche
Giorno del Ricordo. La premiazione degli studenti del Polo 3 di Fano

ANCONA – Si è svolta ieri 9 febbraio la commemorazione delle vittime delle foibe e dell’esodo giuliano dalmata nell’aula del Consiglio regionale.

L’apertura della seduta è stata affidata al Vicepresidente Gianluca Pasqui, in assenza del Presidente Dino Latini a causa di un lutto familiare.

Nell’occasione è stato premiato l’Istituto superiore Polo 3 di Fano che ha partecipato al concorso nazionale “10 febbraio” promosso dal Miur.

Ad arricchire il programma le testimonianze di due esuli istriani. Le conclusioni sono statte affidata al Presidente della Giunta regionale, Francesco Acquaroli.

“Solo raggiungendo la piena consapevolezza di ciò che è stato, solo imparando dalla storia riusciremo a creare una memoria condivisa e a costruire un futuro nel quale non si commettano più i medesimi, tragici errori”.

Assente il Presidente Dino Latini per un lutto familiare, è stato il Vicepresidente dell’Assemblea Gianluca Pasqui, con queste parole, ad aprire la seduta celebrativa del Giorno del Ricordo.

Sempre secondo il Vicepresidente del Consiglio “il ricordo è un atto di responsabilità e deve essere il cardine di una società sempre più aperta e democratica, capace di offrire alle prossime generazioni un futuro di pace, dialogo e libertà”.

A Pasqui hanno fatto seguito gli interventi di due rappresentanti dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia Dalmazia (ANVGD) Franco Rismondo, Presidente del comitato provinciale di Ancona, e Orazio Zanetti Monterubianesi, Presidente del Comitato Marche sud.

Spazio, poi, alle emozioni in musica grazie alla fisarmonica di Christian Riganelli e al sassofono di Massimo Mazzoni in una performance sulle note evocative di Sperling, Iturralde e Pansera.

Lo spartito ha successivamente ceduto il passo alle parole, quelle di Cesare Catà in una lettura teatrale dal titolo “Ciò che non puoi togliere dal cuore: Ulisse, il ricordo, La storia”.

Molto significativa, nel contesto della celebrazione tenutasi in Aula, la presenza degli studenti della classe terza B dell’Istituto di istruzione superiore Polo 3 di Fano che si sono aggiudicati il secondo premio al concorso nazionale “10 febbraio” indetto dal Miur con il progetto “Cara Pola…a Mai più”.

Il riconoscimento ministeriale è stato consegnato ai ragazzi dal Direttore dell’Ufficio scolastico regionale, Marco Ugo Filisetti, che, precedentemente, era anche intervenuto in Aula.

Toccanti, in chiusura di programma, le testimonianze di due esuli istriani, Piero Tarticchio e Livilla Sivocci che hanno ricordato, il primo in collegamento Skype, la seconda presente in Aula, le tristi vicende che li hanno visti protagonisti.

“Conservare il ricordo e curare il presente – ha detto nelle conclusioni il Presidente della Giunta regionale, Francesco Acquaroli – per guardare al futuro con rinnovata speranza”.

La registrazione della seduta consiliare sarà trasmessa dalle emittenti locali marchigiane oggi 10 febbraio.

altri articoli