Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Il Vescovo Trasarti e la responsabilità sociale dell’imprenditore

L'esortazione del Vescovo di Fano durante la Messa di Natale alla Valmex

messa imprenditore trasarti valmexLUCREZIA – La figura dell’imprenditore e la responsabilità sociale di fare impresa, temi al centro della messa di Natale celebrata Sabato 16 dicembre dal Vescovo Armando Trasarti all’interno del nuovo stabilimento della ditta Valmex.

Accolti dalla dirigenza della ditta, assente solo Severino Capodagli per problemi di salute, ma presenti la moglie e le figlie Lucia e Francesca Capodagli e il direttore generale, sono intervenuti alla celebrazione numerosi ospiti tra cui il Sindaco di Cartoceto Enrico Rossi, il comandante dei Carabinieri, altri imprenditori del territorio e i lavoratori dell’azienda con i loro familiari.

Nell’omelia della Santa Messa, concelebrata dal parroco di Lucrezia don Marco Mascarucci, insieme a don Luciano Gattei, don Antonio Messina e don Eugenio Giorgini e animata dal coro della parrocchia di Lucrezia, il Vescovo, dopo aver ripreso il Vangelo della terza domenica di Avvento e l’importanza di rimettere al centro del Natale la venuta di Gesù, si è soffermato sull’importanza del lavoro e dell’impresa.

Ha innanzitutto ripreso il concetto, già più volte espresso in simili occasioni, dell’importanza del “carisma” dell’imprenditore. E’ oggi più che mai essenziale riscoprire, valorizzare, sostenere, la dedizione degli imprenditori alla loro impresa, lodando quegli imprenditori che hanno a cuore il destino dei loro collaboratori, adoperandosi perché vi sia continuità di lavoro e creando degli ambienti confortevoli e adeguati allo svolgimento di un lavoro dignitoso. Vanno altresì sostenuti i “sogni” e i desideri dei giovani che vogliono cimentarsi nel fare impresa. Va richiamata anche la responsabilità di ogni lavoratore a fare al meglio delle sue possibilità ogni compito che gli viene affidato, con la consapevolezza che se danneggia l’azienda in cui lavora crea un danno a tutta la collettività.

Al termine dell’omelia il Vescovo ha ricordato che anche la Chiesa ha fatto, proprio quest’anno, un importante percorso di riflessione sui temi del lavoro e dell’impresa, citati anche in molte circostanze da Papa Francesco, e che questi temi dovrebbero essere maggiormente affrontati da ogni comunità cristiana. Ha infine ringraziato l’UCID di Fano (l’Unione Cristiana Imprenditori e Dirigenti) per il prezioso lavoro di informazione e formazione e per il supporto offerto, tramite la Dottrina Sociale della Chiesa, a tutti gli imprenditori cattolici.

altri articoli