Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Urbino intitola il palazzetto ad Alberto Carneroli

Atleta urbinate che si è distinto a livello nazionale ed internazionale nel tiro a volo.

Alberto-Carneroli
Alberto Carneroli

URBINO – Sabato 26 settembre, alle 10.30, si svolgerà al Palazzetto dello Sport la cerimonia di intitolazione della struttura ad Alberto Carneroli, il campione di Tiro a Volo scomparso nel 2016.

Il riconoscimento voluto dall’Amministrazione comunale intende assegnare il giusto tributo a un atleta urbinate che si è distinto a livello nazionale e internazionale.

Alberto Carneroli, nato a Urbino nel 1943, è stato titolare della squadra nazionale di Tiro a Volo per 12 anni consecutivi a partire dal 1973, e ha partecipato con grande successo a numerose competizioni nazionali e internazionali.

Nel suo curriculum ci sono anche due importanti onorificenze: nel 1975 è stato insignito della medaglia d’argento al valore atletico per la vittoria del campionato d’Europa; nel 1977 ha ottenuto la medaglia d’oro al valore atletico per la vittoria del campionato del mondo.

In questo secondo caso, si tratta della massima onorificenza sportiva della Repubblica italiana, consegnatagli dal Presidente del Consiglio dei Ministri nel Salone d’Onore del CONI a Roma.

«L’Amministrazione -dice il Sindaco Maurizio Gambini – a nome di tutta la città vuole rendere il giusto tributo alla memoria di un atleta, che ha saputo raggiungere traguardi straordinari e ha dedicato la sua vita a trasmettere i valori sani dello sport alle nuove generazioni di urbinati. Il suo ricordo sarà celebrato per gli anni a venire attraverso il nome del luogo simbolo dello sport cittadino».

« Ho conosciuto il professor Carneroli a scuola. Sempre pieno di energie – aggiunge l’Assessore comunale allo Sport, Marianna Vetri– che spendeva volentieri per noi ragazzi, sostenendoci in molte occasioni, anche extrascolastiche.

L’animo sportivo emergeva forte anche lì! Purtroppo non ho avuto la possibilità di vederlo in azione nel suo Sport. Mi sarebbe piaciuto. Sono contenta di poter contribuire a dar il giusto riconoscimento a ciò che ha significato per lo sport urbinate e per Urbino a livello mondiale. Chissà che non sia di buon auspicio per aver un nuovo campione!».

Alberto Carneroli era legatissimo alla sua città, e nel corso degli anni si è adoperato per promuovere lo sport cittadino, portando la Società Tiro a Volo “Montefeltro” di Urbino ai vertici nazionali, con la conquista del titolo di Campione Italiano e di altri prestigiosi risultati in tutta Italia, facendo diventare il campo di tiro a volo urbinate uno dei più noti a livello nazionale, organizzando anche importanti competizioni cui parteciparono famosi campioni, europei, mondiali e olimpici, suscitando l’attenzione della stampa.

Come Dirigente Sportivo è stato fra i fondatori della Società Tiro a Volo “Montefeltro”, della quale è stato Presidente fino al momento della scomparsa. Ricordiamo inoltre che Carneroli è stato Presidente del Comitato Regionale Marche negli anni 1976-1980 della Federazione italiana tiro a volo (FITAV); Consigliere nazionale Federazione Italina Tiro a Volo negli anni 1980-1984; Vice Presidente della Polisportiva cittadina Robur Tiboni negli anni in cui la squadra di pallavolo femminile di Urbino ha raggiunto i vertici nazionali conquistando la serie A (anni ‘90/2000); componente del Comitato Provinciale della Federazione italiana pallavolo (FIPAV); Presidente della Sezione Comunale di Urbino della Federcaccia di cui è stato anche consigliere provinciale e regionale nonché componente della Commissione Nazionale per il tiro a volo. Insignito nel 2006 del riconoscimento di “Federcacciatore Emerito”.

altri articoli