Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Una benemerenza civica al professore Gori e al maestro Rossi

La proposta della minoranza consigliare “Unione per Fossombrone” per questi due personaggi molto conosciuti nella città.

Giancarlo Gori e Dino Rossi

FOSSOMBRONE – La minoranza consigliare “Unione per Fossombrone” ha proposto di riconoscere una benemerenza civica a due personaggi locali molto conosciuti: il professor Giancarlo Gori e il maestro Dino Rossi.

“Le qualità e la passione dedicate da entrambi alla nostra città – scrivono i consiglieri di minoranza – sono indiscutibili ed innegabili.

Dino Rossi, che ha compiuto 81 anni, al di là del suo lavoro di bancario, è sempre stato appassionato di musica, ha studiato solfeggio, si è esibito con la chitarra ed è stato fra i fondatori del famoso complesso forsempronese di strumenti a plettro “Amici della musica”, composto da 10 persone compreso il cantante.

36 anni fa Rossi ha fondato il coro polifonico “Corale di Fossombrone”, di cui è l’organizzatore, il curatore e il Maestro. In questi lunghi anni non ha mai interrotto la sua attività sia in città, con il tradizionale appuntamento del “Concerto di Natale”, sia dando un saggio della bravura dei suoi coristi anche in città e comuni vicini e anche all’estero, come nel duomo di Metz in occasione della “Festa degli Italiani” e in Germania.

Inoltre ha portato avanti, sempre gratuitamente, per oltre vent’anni fino a quando è stata interrotta da un dirigente scolastico un’ intensa attività didattica nelle classi della scuola elementare del capoluogo che terminava poi con la partecipazione degli alunni più intonati ai concorsi che annualmente avevano luogo.

In tal modo molti ragazzi o adolescenti sono poi entrati a far parte della corale, diventata un importante centro di aggregazione generazionale.

Giancarlo Gori ha svolto una molteplicità di ruoli e di attività e si è sempre impegnato per la nostra Comunità meritandone la stima e la riconoscenza: come consigliere comunale, svolto per 15 anni; come professore presso la locale scuola media; come archeologo per avere assieme al Professor Mario Luni dell’Università di Urbino spinto perché fossero iniziati gli scavi a Forum Sempronii; come ideatore e progettista del museo archeologico di Fossombrone che è stato inaugurato nel 1997; come direttore onorario del museo archeologico per la durata di ben 20 anni favorendo incremento espositivo e numerose ed importanti mostre; come scrittore di testi di archeologia dedicati ai siti del nostro Comune; come Vice-Presidente della Fondazione del Monte di Pietà di Fossombrone”.

La richiesta è stata inviata ufficialmente dalla minoranza all’Amministrazione anche se, fanno notare, per Rossi una stessa richiesta era stata avanzata già a novembre 2018 senza però ottenere riscontro.  “Siamo fiduciosi – conclude la minoranza consigliare – che la nostra proposta venga finalmente accolta favorevolmente tramite apposita iniziativa”.

altri articoli