Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

Esposizione Filiera biologica marche

Torneo Open “Città di Fossombrone”, vincono Ramazzotti e Burnett

torneo_open_fossombroneFOSSOMBRONESi è conclusa la quarta edizione del torneo Open Maschile e Femminile “Città di Fossombrone”. A iscrivere i propri nomi nell’albo d’oro sono stati Samuele Ramazzotti e Nastassja Burnett.

Ramazzotti, classificato 2.2 tesserato per il CT Massa Lombarda ma giocatore marchigiano e secondo favorito del torneo, ha sconfitto in finale Matteo Fago 2.1 del tennis club Parioli Roma, prima testa di serie e attuale campione italiano di seconda categoria. In una finale avvincente e dal livello tecnico di assoluto rilievo, Ramazzotti, classe 1999 e ex numero uno del mondo under 14, è riuscito a prevalere sul più esperto avversario, già vincitore sulla terra rossa di Fossombrone un anno fa, con il punteggio di 7-6 6-3. Servizi potenti, dritti incrociati e lungolinea, rovesci stretti e profondi, colpi vincenti come se piovesse sono stati gli ingredienti di un match che ha lasciato i numerosissimi spettatori incollati al campo e alle tribune per oltre due ore di gioco. In semifinale Omar Giacalone del CT Palermo (già tra i primi 350 al mondo) e Francesco Garzelli del CT Maglie. In campo femminile tutto più facile per Nastassja Burnett. La giocatrice romana, 2.1 tesserata anche lei al Parioli, ha sconfitto in finale Alice Vicini del TC Lombardo (2.3) con il netto punteggio di 6-1 6-1. Punteggio e partita che lasciano spazio a pochi commenti dove la Burnett ha fatto vedere tutto il suo repertorio di colpi affilati che hanno lasciato senza scampo la sua avversaria e a bocca aperta gli spettatori. Un repertorio e una qualità tennistica che l’avevano portata nel gotha del tennis professionistico. Nastassja infatti è una ex 121 del mondo e vanta un secondo turno agli internazionali d’Italia nel 2013 (quando perse da Roberta Vinci) e una convocazione in Fed Cup. In semifinale nel tabellone femminile Alessandra Amodeo del CT EUR e Arianna Capogrosso della SSD Ferratella (che ha sfruttato il forfait della seconda favorita Alice Balducci).

Cala quindi il sipario su un torneo con un montepremi di 6.000 Euro tra tabellone maschile e femminile, arricchito in questa quarta edizione dell’ospitalità per i giocatori di seconda categoria. “Torneo di assoluto successo e anche oltre le aspettative iniziale – commenta il Direttore Sportivo Alessandro Bernabucci – che ha visto in gara oltre cento giocatori e giocatrici di seconda categoria (la serie B tennistica) e un livello tecnico elevato con giocatori professionisti che si sono dati battaglia tra le mura del circolo tennis forsempronese”. A riprova di questo anche il fatto che entrambi i finalisti del tabellone maschile militano in serie A1 difendendo i colori dei propri circoli nella massima competizione a squadre nazionale. Iscritti al torneo c’erano atleti e atlete provenienti da ogni parte d’Italia, Lombardia, Piemonte, Trentino-Alto Adige, Toscana, Umbria, Emilia-Romagna, Lazio, Abruzzo, Veneto, Campania, Puglia, Sicilia e Sardegna e questo è stato uno dei motivi che ha portato tantissimo pubblico durante le due settimane di torneo e nella giornata conclusiva quando a seguire la finale si sono recate al circolo tennis Fossombrone quasi 300 persone.

“Questo torneo è ormai una certezza per la nostra comunità forsempronese e oltre a essere un evento sportivo che migliora di anno in anno è ormai una cartolina per la nostra città con gente che popola le strade e le strutture ricettive che possono lavorare grazie al torneo” conferma Gabriele Bonci, sindaco di Fossombrone, intervenuto durante la cerimonia di premiazione.

“È il terzo evento delle Marche per qualità di giocatori iscritti e attenzione e cura del dettaglio nell’organizzazione” sono invece le parole di Paolo Scandiani, vicepresidente vicario della Federtennis Marche, che pone il torneo di Fossombrone soltanto dietro ai tornei di caratura internazionale organizzati a Recanati e San Benedetto del Tronto.

altri articoli