Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Siglata convenzione per la manutenzione delle strade secondarie con l’Unione dei Monti Azzurri

Almeno 15 Comuni saranno coinvolti dagli interventi. Intercettati fondi del PSR Marche

convenzione strade monti azzurriANCONA – E’ stata appena siglata la convenzione tra l’Unione Montana dei Monti Azzurri e il Consorzio di Bonifica delle Marche per affidare a quest’ultimo la progettazione e la realizzazione dei lavori di ripristino della viabilità minore (strade vicinali e interpoderali), messa a dura prova dal recente terremoto che ha colpito il Centro Italia.

Almeno 15 i Comuni dell’Unione che saranno coinvolti dagli interventi (da Sarnano a Sant’Angelo in Pontano, da Tolentino a Belforte del Chienti e così via) che hanno già segnalato al Consorzio le strade su cui è necessaria la manutenzione. Sulla scorta delle segnalazioni il Consorzio sta prendendo contatti con i Comuni per capire l’entità dei lavori e stabilire le priorità. Intanto è stato avviato lo studio preliminare, sono stati programmati i primi sopralluoghi e presto si darà il via alla progettazione.

Il progetto servirà ad intercettare parte delle risorse finanziarie del PSR Marche 2014-2020, risorse che sono state messe a disposizione proprio per ripristinare la viabilità minore (strade vicinali e interpoderali).

“Seguendo le indicazioni del legislatore regionale, ma anche il buon senso – dichiara il presidente dell’Unione montana dei Monti Azzurri, Giampiero Feliciotti – abbiamo ritenuto di affidare al Consorzio di Bonifica la progettazione di tutta la viabilità minore dell’Unione, auspicando che cio’ faciliti anche la pianificazione regionale dei fondi PSR,  e soprattutto che si arrivi anche ad una forma di manutenzione ordinaria unitaria come Unione sui 15 Comuni, che da soli non hanno più possibilità di agire, specialmente in questo momento post-sisma”.

” La viabilità minore nelle aree montane  è un patrimonio da non disperdere – chiosa il presidente del Consorzio di Bonifica, Claudio Netti -. È uno dei capisaldi dello sviluppo rurale. Bene ha fatto la Regione a farne oggetto di una misura Psr, che sicuramente verrà implementata con ulteriori risorse. I Monti Azzurri si segnalano per la loro vivacità progettuale come altri territori regionali ed il Consorzio è pronto a dar loro una mano”.

altri articoli