Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Salute mentale, un open-weekend all’ospedale di Urbino

Psichiatri e psicologi saranno gratuitamente a disposizione per colloqui informativi e valutativi rivolti alle donne

open day salute mentaleURBINO  –  In  occasione  della  Giornata  Mondiale  della  Salute  Fondazione  Onda  (Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere) organizza dall’8 al 10 ottobre l’(H)-Open Weekend coinvolgendo gli ospedali del network Bollini Rosa (di cui l’ospedale di Urbino fa parte) del territorio nazionale e i presidi dedicati alla salute mentale.

Si stima che in Italia oltre 2 persone su 10 presentino un disturbo mentale grave o lieve/moderato. In particolare, a causa della pandemia, secondo la Società Italiana di NeuroPsicoFarmacologia, sono almeno 150.000 i nuovi casi stimati di depressione dovuti soltanto alla perdita di lavoro generata dalla crisi economica in corso, ad alto rischio sono soprattutto le donne: più predisposte alla depressione e più colpite nell’ambito lavorativo dal Covid-19.

“La pandemia Covid-19 ha portato a un aumento dei disturbi psichici, in particolare ansia, depressione, disturbi del sonno, panico ed effetti post-traumatici da stress”, afferma Francesca Merzagora, Presidente Fondazione Onda.

“Questi disturbi impattano negativamente sulla qualità e sulla quantità di vita, investendone tutti gli ambiti: personale, affettivo-familiare, socio-relazionale e lavorativo. Portano spesso a isolamento e solitudine. Per questo è importante intervenire il prima possibile: chiedere aiuto rappresenta il primo fondamentale passo per affrontare il problema.

L’Area Vasta 1 aderisce con un appuntamento dal titolo “Non c’è salute senza salute mentale, una giornata per ascoltar…ti”, promossa dal Dipartimento di Salute Mentale e dalla Direzione Medica Ospedaliera di Urbino.

L’iniziativa si svolgerà sabato 9 ottobre dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle ore 14.00 alle 16.00 presso  gli studi del SPDC dell’Ospedale di URBINO, dove Psichiatri e Psicologi saranno  gratuitamente  a disposizione per colloqui informativi e valutativi rivolti alle donne che soffrono di ansia, depressione, schizofrenia, disturbi dell’umore e del sonno, psicosi e disturbi del comportamento alimentare.

altri articoli