Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Rotta Balcanica, non possiamo chiudere gli occhi!

Occorre conoscere la catastrofe umanitaria che sta accadendo ai migranti in Bosnia Herzegovina. L'appello della chiesa marchigiana.

migranti rotta balcanicaANCONA – Le Caritas diocesane delle Marche, la Commissione regionale Migrantes e la Commissione regionale Missio, esprimono preoccupazione e attenzione per le condizioni dei migranti, che cercano di arrivare in Europa senza possibilità di accedere a vie legali di ingresso.

Nella nostra regione noi veneriamo a Loreto, con una speciale devozione, la Santa Casa di Nazareth. La casa di Maria è l’icona dell’aspirazione più profonda dell’essere umano di trovare casa. Di sentirsi a casa. Di essere accolto in una casa.

Essa suggerisce quell’imperativo etico di dare ospitalità, di dare una casa a una umanità lacerata da conflitti e da difficoltà impensabili, costretta a fuggire, e respinta proprio alle nostre porte.

Di fronte a questa catastrofe umanitaria facciamo nostro l’appello di Caritas Italiana in collaborazione con altre realtà non profit presenti sul posto in Bosnia Erzegovina e lungo la Rotta balcanica e chiediamo:

di sostenere le raccolte fondi destinate all’acquisto direttamente presso le comunità di cibo e di abbigliamento invernale (scarpe, giacche a vento, sciarpe, cappelli) e soprattutto di legna da ardere:

di informarsi ed informare. È molto importante conoscere quello che sta succedendo lungo la Rotta Balcanica, quali sono le difficili condizioni di accoglienza in Bosnia e Erzegovina, ed è fondamentale divulgarlo coinvolgendo amici, parenti e conoscenti.

Raccomandiamo inoltre di non avviare raccolte di beni materiali dall’Italia. Tutti i prodotti necessari sono acquistabili direttamente in loco. In questo modo si evitano i tempi del trasporto e la difficoltà per gli operatori di dover gestire i prodotti all’interno di una situazione già critica.

Ricordiamo a tutti che attualmente è attiva una raccolta fondi, attraverso cui tutti i beni necessari, verranno acquistati direttamente sul territorio, in modo da rispondere tempestivamente alle necessità reali e andando a sostenere anche il sistema economico locale, già fortemente provato.

Per la donazione si può contattare la propria Caritas diocesana o la a delegazione Caritas delle Marche. Eventuali versamenti possono essere indirizzati a:

REGIONE ECCLESIASTICA MARCHE CARITAS REGIONALE
IBAN IT92Y0306909606100000063560
Banca BANCA INTESA SANPAOLO
Causale: emergenza rotta Balcani

altri articoli