Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Prenotazione vaccini, a Fano sarà più semplice con l’Ufficio di Promozione Sociale

Dal 6 aprile le persone anziane ed i soggetti fragili potranno contare sull'aiuto dell'Ufficio di Promozione Sociale a Sant'Orso per prenotazione e compilazione moduli.

contributo affitti comune fano dimitri tinti
Dimitri Tinti, assessore al welfare del Comune di Fano

FANO – Un ausilio alle persone in difficoltà per l’adesione alla campagna vaccinale. Da martedì 6 aprile, l’U.P.S. (Ufficio di Promozione Sociale) per l’accesso ai servizi sociali dell’Ambito n.6 di cui il Comune di Fano è capofila, è a disposizione della popolazione inserita nel piano vaccinale per il supporto alle procedure di prenotazione.

Le operatrici dell’ufficio, collocato al piano terra del centro commerciale di Sant’Orso, aiuteranno gli anziani e le persone fragili e vulnerabili prive di dispositivi idonei e che non sono nelle condizioni di completare autonomamente le procedure informatiche necessarie.

Il servizio dell’UPS è inoltre disponibile a fornire la modulistica da presentare al momento della vaccinazione e all’assistenza nella compilazione della documentazione.

E’ possibile contattare telefonicamente il personale che opera nell’UPS allo 0721-887483, da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e il martedì e il giovedì dalle 15.00 alle 17.30, anche al fine di concordare un appuntamento nei giorni di apertura al pubblico con l’osservanza dei protocolli di sicurezza.

Il servizio è gratuito ed è promosso anche dai club anziani del nostra città grazie al coordinamento del progetto “Old but Gold”. Sarà attivo anche il contatto via mail all’indirizzo ups.ats6@comune.fano.pu.it.

“In questi giorni abbiamo riscontrato diverse difficoltà da parte di persone anziane e più vulnerabili, che rientrano nel piano di vaccinazione, ad effettuare la relativa prenotazione con le modalità informatiche – chiosa l’assessore Dimitri Tinti – per questo abbiamo ritenuto opportuno sostenere la campagna di vaccinazione mettendo a disposizione l’UPS, facilmente accessibile da tutti, a supporto di coloro che non abbiano dimestichezza con l’utilizzo degli strumenti informatici e che non abbiano familiari in grado di assisterli nelle procedure.

Anche questo intervento va nella direzione di un Servizio Sociale Associato sempre più vicino ai cittadini soprattutto a coloro che hanno più difficoltà mostrando gentilezza affinché nessuno resti indietro e si senta lasciato solo”.

altri articoli