Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Ospedale di comunità, sopralluogo dei sindaci

sopralluogo sindaci all'ospedale di FossombroneFOSSOMBRONE – Sopralluogo, nel pomeriggio di oggi lunedì 17 luglio, all’Ospedale di Comunità da parte dei sindaci Gabriele Bonci di Fossombrone, Ferdinando Marchetti di Montefelcino, Stefano Tomasetti di Sant’Ippolito e l’Assessore ai servizi sociali di Colli al Metauro Annachiara Mascarucci in rappresentanza del Sindaco Stefano Aguzzi (assente il rappresentante del comune di Isola del Piano perché impossibilitato).

La delegazione di amministratori ha visitato i locali del Punto di Assistenza Territoriale (PAT). dove è stata descritta dal personale presente la gestione dell’emergenza.Qui, i sanitari hanno ribadito che l’emergenza è garantita sul territorio tramite la presenza del 118 e delle ambulanze.

I sindaci sono poi transitati nei locali in cui avrebbe si attende l’installazione di una nuova risonanza magnetica da settembre 2016 (poi slittata a febbraio 2017). Ad oggi i lavori sono fermi per problemi tecnici non ben chiariti.

Per quanto riguarda il reparto di cure intermedie,  per cui sono previsti 30 posti letto, ridotti nel periodo delle ferie a 13, ad oggi solo 8 di questi sono occupati con degenti. Una situazione alquanto strana visto che gli ospedali del territorio sembrano essere saturi di pazienti. Ci si chiede: “E’ possibile che nessun malato possa essere ricoverato a Fossombrone?”. Mentre lasciamo il reparto un parente di un assistito ricoverato aggiunge: “Non si possono chiudere strutture come questa dove ci sono tante professionalità ed una umanità unica!”

La delegazione di sindaci è passata poi al reparto dialisi, recentemente ristrutturato. Questa sezione sembra al momento funzionare a regime.

Infine l’Hospice, unica struttura del genere presente nella provincia di Pesaro e Urbino, una vera e propria eccellenza del territorio. Qui tutto funziona correttamente l’unico problema è rappresentato dalla carenza di posti letto che porta anche a generare liste di attesa.

Il sindaco di Fossombrone ha affermato che è stato presentato un progetto per l’ampliamento dell’hospice: gli spazi sarebbero già disponibili e gli investimenti richiesti non sarebbero ingenti, ma ad oggi dalla Regione non è arrivato nessun segnale.

In generale, i sindaci sono concordi nel ritenere che la struttura di Fossombrone potrebbe essere molto più valorizzata rispetto alla situazione attuale ma la mancanza di comunicazione ed i ritardi nelle applicazioni delle delibere da parte della Regione Marche rende tutto incerto. Si teme che la stessa scelta di non mandare pazienti nella struttura di Fossombrone non sia casuale (la stessa situazione si starebbe ripetendo anche nell’ospedale di comunità di Cagli). In questo modo, mancando i numeri, sarà più facile motivare, in futuro, il taglio di alcuni servizi o reparti?

 

altri articoli