Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Nuovo piano regolatore di Colli al Metauro, aggiudicato l’appalto

La prima fase sarà l’armonizzazione dei piani regolatori degli ex-comuni.

il team di energia marche con alcuni professionisti
I professionisti di Energia Marche con alcuni amministratori di Colli al Metauro

COLLI AL METAURO – Si è concluso l’iter che ha portato all’aggiudicazione dell’appalto di servizi tecnici per la redazione del nuovo Piano Regolatore Generale (PRG) comunale a partire dalla armonizzazione degli attuali strumenti urbanistici vigenti negli ex Comuni di Saltara, Serrungarina e Montemaggiore al Metauro che nel 2017, per fusione, hanno dato origine al nuovo Comune di Colli al Metauro.

Una tappa fondamentale per l’Amministrazione attualmente guidata dal Vicesindaco facente funzione Andrea Giuliani: “Innegabilmente questo era uno dei punti cardine del programma di lavoro che ci eravamo prefissati fin dall’inizio del mandato – esordisce Giuliani – che punta a risolvere una serie di criticità strettamente legate alla disuniformità e disarticolazione degli strumenti urbanistici previgenti sugli ex territori comunali.

Non è infrequente trovarsi nella situazione di non poter autorizzare un intervento in una particolare zona del Comune mentre pochi metri più in là,  lo stesso sarebbe tranquillamente realizzabile”.

Il servizio, affidato al Raggruppamento Temporaneo di Professionisti (RTP) denominato ”ENERGIA MARCHE” comprende la redazione di tutti gli atti ed elaborati necessari alla realizzazione dello strumento urbanistico generale del nuovo territorio comunale.

“Con gli assessori Sciriscioli e Briganti ci siamo incontrati questi giorni assieme al gruppo di lavoro guidato dall’ing. Andrea Catena di Osimo,- continua il Vicesindaco Giuliani – rilevando subito un notevole entusiasmo ed il palpabile desiderio di conoscere il nostro territorio non solo dal punto di vista professionale.

Abbiamo apprezzato in particolar modo la varietà delle professionalità messe in campo, con la presenza nel team di ben due esperte in pianificazione urbanistico/territoriale e gestione dei processi partecipativi e di concertazione, aspetti questi ultimi ai quali teniamo particolarmente.

Per quanto riguarda le prime tappe del lavoro, non sarà certamente semplice né breve ma in queste cose la variabile tempo ha meno importanza se l’obiettivo è dare al Comune uno strumento urbanistico importante dalla valenza pluriennale – continua Giuliani – certamente si partirà dalla trasposizione dei tre PRG esistenti su sistema GIS, al fine di supportare i pianificatori con uno strumento moderno, flessibile e soprattutto unitario. In questo siamo confortati dalla presenza nel RTP di veri esperti della materia.

Da lì poi partiranno gli studi e le analisi territoriali per addivenire al Progetto Urbanistico vero e proprio, in coordinazione con lo studio di V.A.S. (Valutazione Ambientale Strategica). Abbiamo utilizzato il termine “armonizzazione” (riferito ai tre ex PRG) che a me piace particolarmente perché si tratta di ripensare il territorio come un unicum: se vogliamo che i nostri cittadini si sentano progressivamente sempre più  “cittadini di Colli al Metauro”, non importa quanto tempo occorra, dobbiamo essere in grado di strutturare il territorio affinché esso svolga al meglio la sua funzione di “casa di tutti”.

Mi preme sottolineare – conclude il Vicesindaco – che nel Capitolato Speciale d’Appalto è stato previsto che durante queste fasi di lavoro dovranno essere promossi incontri, oltre che con gli uffici, anche con la Giunta comunale e con la popolazione. Proprio da un incontro con i professionisti del territorio eravamo partiti a parlar di PRG, lì vogliamo tornare a lavorare”.

altri articoli