Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Nuovo elettrodotto tra Abruzzo e Marche, incontri online con i cittadini di Fano e Cartoceto

Il progetto prevede un cavo sottomarino tra Abruzzo e Marche. I comuni marchigiani interessati per la realizzazione della stazione di convesione sono Fano e Cartoceto

nuovo elettrodotto adrialinkFANO / CARTOCETO – Terna, la società che gestisce la rete elettrica nazionale, organizza una giornata dedicata alla presentazione del progetto Adriatic Link alle cittadine di Fano e Cartoceto coinvolte dall’infrastruttura.

La  Consultazione Pubblica è utile a raccogliere quesiti, osservazioni e pareri di cittadini e stakeholder.

L’incontro con i cittadini fanesi si svolgerà in modalità digitale sulla piattaforma Teams e si svolgerà dalle 17.00 alle 19.00 lunedì 13 settembre. Tutte le informazioni per partecipare si possono trovare al seguente link: www.terna.it/it/progetti-territorio/progetti-incontri-territorio/adriatic-link

Il giorno 14 settembre alle ore 17 è previsto un incontro con i cittadini del Comune di Cartoceto. Per le modalità di connessione cliccare al seguente link https://www.terna.it/it/progetti-territorio/progetti-incontri-territorio/adriatic-link

Per l’Adriatic Link, il nuovo elettrodotto sottomarino in corrente continua che unirà Abruzzo e Marche, inserito nel Piano di Sviluppo della rete elettrica nazionale, Terna investirà oltre 1 miliardo di euro, coinvolgendo circa 120 imprese tra dirette e indotto. La lunghezza totale del collegamento sarà di circa 270 km, di cui 230 km in cavo marino.

Sia nelle Marche, sia in Abruzzo l’immissione dei flussi di corrente nella Rete di trasmissione nazionale sarà resa possibile da una nuova stazione di conversione da corrente continua a corrente alternata collegata all’approdo attraverso una linea in cavo.

Inoltre, sono stati installati tre totem informativi nella città di Fano: il primo all’Ufficio Urbanistica, il secondo all’ingresso del Comune di Fano davanti all’Ufficio Anagrafe e il terzo nell’androne del primo piano della residenza comunale.

IL PROGETTO

La lunghezza totale del collegamento sarà di circa 270 chilometri.

Sia nelle Marche sia in Abruzzo l’inserimento nella rete di trasmissione nazionale avverrà attraverso una stazione di conversione da corrente continua a corrente alternata.

Il collegamento dagli approdi alle stazioni di conversione sarà reso possibile attraverso due tratte terrestri in cavo interrato in corrente continua.

Il collegamento tra le stazioni di conversione e le stazioni elettriche già esistenti di Fano e Cepagatti sarà garantito da due brevi tratte in cavo interrato in corrente alternata.

Nelle Marche il progetto interessa i comuni di Fano e Cartoceto, in provincia di Pesaro e Urbino, e in Abruzzo i comuni di CepagattiSpoltoreCappelle sul TavoMontesilvanoCittà Sant’Angelo (Pescara) e il comune di Silvi (Teramo).

Le possibili posizioni di stazioni e cavi interrati sono state definite in base a criteri di minima interferenza con le zone di pregio ambientale, naturalistico, paesaggistico e archeologico, evitando aree urbanizzate o di sviluppo e riducendo al minimo i raccordi con le stazioni.

Nelle Marche dall’approdo alla stazione di conversione, il cavo interrato in corrente continua percorrerà per circa 15 chilometri soprattutto strade già esistenti esterne ai centri abitati, lasciando inalterati ambiente e paesaggio.

Una delle ipotesi prevede che la stazione di conversione sia realizzata nell’area adiacente alla stazione elettrica già esistente nel comune di Fano. Nella seconda ipotesi la stazione di conversione sarebbe realizzata nell’area agricola nel comune di Cartoceto.

altri articoli