Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Nuovo elettrodotto Adriatic link, la minoranza chiede una nuova assemblea pubblica

Il tema è la costruzione di nuova centrale di trasformazione che dovrebbe essere realizzata a Lucrezia nell'ambito del progetto Adriatic Link di Terna

gianluca_longhi_capogruppo_minoranza
Ginaluca Longhi, capogruppo di minoranza del comune di Cartoceto

LUCREZIA – “Martedì 14 Settembre alle ore 17 si è svolto in videoconferenza un incontro, aperto al pubblico, con alcuni rappresentanti di Terna circa la questione di “Adriatic Link”.

Del nostro gruppo consiliare siamo intervenuti sia telematicamente con domande il sottoscritto Gianluca Longhi e il nostro Consigliere Giulio Roberti.

Effettivamente – afferma Gianluca Longhi, capogruppo di minoranza – i partecipanti a quell’evento erano pochi, nonostante l’importanza del tema.

Numerose sono state le telefonate e le conversazioni che nel frattempo ho avuto con molteplici cittadini, sia residenti nelle immediate vicinanze del possibile sito (zona di Via San Marco e Via Corvina – questa è la zona di questi primi residenti, non.della centrale di trasformazione), che in altri quartieri, e ho potuto constatare un parziale cortocircuito comunicativo, in quanto a tantissime persone non è arrivato il volantino pubblicitario e cadevano dalle nuvole alla mia segnalazione dell’organizzazione di questa assemblea nella scorsa settimana.

Riteniamo opportuno – continua Gianluca Longhi – considerata l’importanza dell’opera, che venga organizzata una nuova assemblea pubblica: non in videoconferenza, ma fisicamente, chiaramente nel rispetto delle normative anticontagio, e ad un orario più agevole rispetto alle ore 17, così da permettere a più persone possibili di partecipare e, possibilmente, intervenire con domande.

Dovremo portare l’informazione in maniera capillare sia attraverso i canali tradizionali che quelli social: avendo svolto il cosiddetto “porta a porta” in occasione delle elezioni amministrative, regionali, etc., noi Consiglieri di minoranza siamo disposti a consegnare in ogni cassetta postale i volantini per la partecipazione di questa rinnovata assemblea.

Noi abbiamo sempre creduto nell’importanza di una cittadinanza attiva, che sia il più possibile informata e consapevole delle questioni trattate, soprattutto in occasioni come queste che riguardano imponenti opere”.

altri articoli