Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Musica a corte al Palazzo Ducale di Urbino

Rassegna di quattro concerti dei giovani talenti del Conservatorio Rossini di Pesaro.

riapertura torricini palazzo ducale urbinoURBINO – Musica a corte prosegue i suoi appuntamenti musicali estivi ad Urbino. Grazie alla collaborazione con la Galleria Nazionale della Marche, i giovani talenti del Conservatorio Rossini, protagonisti del nuovo cartellone organizzato dell’Ente Concerti di Pesaro, saranno ospitati presso il Cortile d’onore del Palazzo Ducale della città.

Quattro i concerti in programma nella prestigiosa sede che vedranno solisti e ensemble spaziare dalle grandi pagine del romanticismo europeo al tango nuevo di Piazzolla con interessanti incursioni nel repertorio vocale del ‘900.

Il primo appuntamento, sabato 28 agosto alle ore 18, vedrà Nicolò Indelicato al pianoforte impegnato in un recital solistico con musiche di Bach-Busoni, Beethoven e Schumann.

Nicolò Indelicato ha conseguito nel 2019 il diploma di vecchio ordinamento presso il Conservatorio di Musica “G. Nicolini” di Piacenza, portando avanti parallelamente lo studio del clarinetto e delle percussioni al Liceo Musicale “A. Cairoli” di Pavia. Attualmente è iscritto al biennio di musica da camera presso il Conservatorio Rossini di Pesaro sotto la guida del M° Ladislao Vieni e del M° Andrea Turini.

Gli altri appuntamenti sono previsti il 2 settembre, il 18 settembre e il 19 settembre

Biglietti di cortesia posto unico: € 3,00. Vendita online su www.liveticket.com e rivendite del circuito. Biglietteria Cortile Palazzo Ducale il giorno dello spettacolo dalle ore 17 (0722 327831). Informazioni Ente Concerti Pesaro (0721 32482 – info@enteconcerti.it).

L’evento rispetterà tutte le procedure di legge per il contenimento della diffusione del Covid-19 previste dalla normativa vigente.

Le attività  dell’Ente concerti sono realizzate con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Marche, Assessorato alla Bellezza del Comune di Pesaro e con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro.

altri articoli