Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

Il Giornale del Metauro

Marotta è unita, lo dice la Corte Costituzionale

marotta_unita_barbieriMONDOLFO – E’ arrivata la sentenza della Corte Costituzionale per confermare l’unificazione di Marotta. A comunicarlo è il sindaco Barbieri che afferma: “Cari concittadini tutti…tutti davvero, nessuno escluso, con un sorriso fiero ed esultante, possiamo dire che oggi è una giornata storica per il nostro Comune: la Corte Costituzionale con la sentenza n.214/2019, ha sancito definitivamente l’unificazione di Marotta!

La Consulta ha interamente recepito la posizione difensiva della nostra Amministrazione comunale e dei sostenitori dell’Unificazione di Marotta dichiarando la non fondatezza delle questioni di legittimità costituzionale sollevate dal Comune di Fano.

Qualcuno ha scritto: ‘…Nella vita e nella storia vi sono casi in cui non è lecito aver paura…’ e noi che abbiamo sempre creduto nella legittimità delle nostre motivazioni non ci siamo mai arresi, abbiamo sostenuto un’idea forte, utile per tutta la comunità.

E così, con tenacia e ostinazione abbiamo ottenuto l’obiettivo che auspicavamo e che permette di proiettare il nostro territorio con maggiore fiducia e coesione, verso un futuro comune più bello e benefico per tutti.

La sentenza – continua Barbieri – risponde finalmente a quelle persone che speravano, solo per interessi personali o per mera contrapposizione politica alla Giunta Barbieri, in un esito negativo, senza tenere in considerazione l’interesse della nostra comunità e le conseguenze che avrebbe prodotto nella vita delle famiglie, dei giovani, delle attività economiche, un eventuale ritorno al passato. Purtroppo per loro è andata male. Bene invece per i 14.360 cittadini del Comune di Mondolfo.

Dopo questa sentenza risolutiva – aggiunge Barbieri – auspico una collaborazione responsabile e fattiva con il Comune di Fano per lo sviluppo turistico dell’intero litorale che passa attraverso la riqualificazione anche di Ponte Sasso e Torrette. Un territorio che merita attenzione per le sue potenzialità turistiche, un bene prezioso che può contribuire allo sviluppo economico e sociale delle nostre comunità. Meglio dimostrare l’amore verso queste località attraverso fatti utili e concreti e non con improbabili contenziosi contro l’unificazione di Marotta.

Non ultimo, il mio pensiero affettuoso e riconoscente in questo momento va a tutte le persone che negli anni si sono impegnate con grande passione e dedizione per questo grande obiettivo. Un pensiero particolare voglio rivolgerlo a coloro che hanno partecipato questo sogno ma che ci hanno lasciato prima di poterlo vivere con noi. A loro va dedicata questa giornata di commossa esultanza per una Marotta definitivamente unita.
Ora siamo più forti, più coesi, più fiduciosi, ora possiamo continuare insieme a far crescere e migliorare #MondolfoMarotta!”

altri articoli