Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Marche e Umbria di nuovo collegate nella zona del terremoto (seppur con riapertura provvisoria)

VALNERINA – Il tratto di strada della Valnerina, chiuso da oltre un anno a causa dei terremoti che hanno colpito il centro Italia, è stato riaperto oggi seppur con forti limitazioni e solo per auto autorizzate. Ma è un segno positivo, seppure tardivo, a oltre un anno dal sisma.

Quel tratto in particolare è interessato da una frana che ha in pratica diviso le due regioni. Per raggiungere i comuni di Visso, Castelsantangelo sul Nera ed Ussita si è infatti costretti ad affrontare una vera e propria odissea in una viabilità alternativa che decuplica quasi i chilometri di percorrenza.

Gli amici della pagina FB “Un aiuto concreto per i sibillini” per testimoniare questa importante giornata si sono avventurati a piedi perché in quell’orario la strada era chiusa. E’ infatti percorribile solo in alcuni orari della giornata e solo per vetture autorizzate.

“Questo è un grande giorno sia per le Marche che per l’Umbria – hanno scritto – queste due regioni tornano ad unirsi attraverso questa strada che è vita per tutti”.

Al momento la riapertura è provvisoria e in orari precisi. Il transito sarà permesso alle autovetture autorizzate in tre fasce orarie: dalle 7 alle 8 di mattina – dalle 12,00 alle 13,00 e dalle 17,00 alle 18,00 in senso unico alternato 30 minuti per chi proviene da Preci e 30 minuti per chi arriva da Visso.

#Daje Sibillini

altri articoli