Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

Esposizione Filiera biologica marche

Manifestazioni al Pincio, gli assessori del PD sollecitano un regolamento di utilizzo dell’area

nuovo pincio fano regolamentoFANO – Gli assessori del Partito Democratico Fanesi, Cucchiarini e Tinti chiedono che venga adottato nel più breve tempo possibile un regolamento dell’utilizzo degli spazi di rilevanza storico culturale della città a partire dal Pincio.

Si chiede infatti che gli eventi siano consoni ai luoghi per cui vengono pensati e realizzati “consapevoli del valore e dell’identità storica dei beni in cui vengono realizzati, soprattutto se in luoghi che fanno parte del patrimonio storico-artistico del nostro Paese”.

Il caso sembra nascere con la manifestazione Birra d’Augusto. “Nelle scorse settimane – si legge nella nota – la delegazione di Giunta insieme al Capogruppo Federico Perini e al Segretario PD e con l’assessore Etienn Lucarelli (Turismo ed Eventi) ha incontrato gli organizzatori della festa “La birra di Augusto” ai quali sono state avanzate esplicite richieste, concordando una serie di modifiche sostanziali alla loro proposta iniziale a salvaguardia dell’area, dopo aver constatato l’impossibilità, per i tempi ristretti, di spostare la manifestazione in altra zona per l’edizione 2019.

In particolare di mantenere libera la zona dell’Arco d’Augusto e il tratto fino a Porta Maggiore da qualsiasi stand gastronomico e pubblicitario, e di riorganizzare gli spazi collocando su via delle Rimembranze gli stand dei birrifici artigianali marchigiani, vietando così la preparazione e cottura di alimenti nella parte riqualificata, spostandoli per questa iniziativa su via Corridoni, normalmente occupata dalle fermate degli autobus.

Abbiamo chiesto agli organizzatori di trovare per l’edizione 2020 una collocazione diversa dall’attuale, maggiormente adeguata alle esigenze della manifestazione.

Riteniamo importante che alcune regole vadano date in generale, a prescindere dal tipo di iniziativa, perché la città riconosce il Pincio come un luogo da tutelare, tanto più ora che è stato riqualificato.

La scelta di portare il tema all’attenzione della Giunta da parte della delegazione PD è stata la naturale conseguenza per evitare in futuro che vengano organizzati in aree di pregio architettonico e storico-culturale eventi le cui esigenze sono di difficile conciliazione con la bellezza e il pregio dei luoghi”.

altri articoli