Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

Regione Marche la sanità che cambia bonus malus

Lo spettacolo “Spoon River” torna nel parco di Candelara

spoon_riverPESARO – Candelara torna ad ospitare venerdì 13 settembre alle ore 21 la Collina di Spoon River nell’interessante adattamento curato dal regista Luca Guerini.

Gli attori sono nascosti nel buio del parco di via Arenaria, sarà compito del singolo spettatore trovarli per ascoltare la loro storia. Il testo è basato sulle liriche di Egdar Lee Masters che agli inizi del 1900 raccontò attraverso epigrafi la vita degli abitanti di questo immaginario paesino del Midwest, basandosi anche sulla vita di personaggi realmente esistiti.

Siamo contenti di tornare a Candelara che ci ha ospitato la prima edizione marchigiana di questo testo – dichiara il regista Luca Guerini – devo ringraziare la Pro Loco e il quartiere per la sensibilità verso la cultura che hanno sempre dimostrato. Invito tutti a partecipare a quest’esperienza che sicuramente vi emozionerà parecchio”.

Gli attori presenti in questa puntata sono: Maria Bartomeoli, Paola Brunetti, Mattia Ciprianetti, Fatima Cordella, Ybel Cruz, Monica Curati, Manuela Debartoli, Francesca Fabbrucci, Giorgio Filippetti, Giacomo Giommi, Erika Lazzeri, Manuela Manfren, Sara Mei, Pina Mura, Elena Paolini, Claudia Candido Rosa, Roberta Sartori, Gaetano Testa, Elio  Zuccatelli.

Il biglietto è di 10 euro più una caparra di 2euro per la candela, che sarà restituita alla fine dello spettacolo.

In questa stagione lo spettacolo è stato presentato ad Urbino, Fratte Rosa ed Isola del Piano per poi tornare a Candelara. Il gruppo teatrale dal prossimo mese sarà, infine, impegnato nello spettacolo “Siamo tutti mendicanti – vita di Francesco d’Assisi” che ripercorre attraverso la lettura de “I Fioretti” la vita del santo.

Entrambi gli spettacoli sono ad ingresso a pagamento e per informazioni e prenotazioni ci si può rivolgere al 3384116671 (Luca).

Al termine dello spettacolo teatrale, presso la Sala del Capitano si potrà ancora visitare gratuitamente la mostra monografica dello street artist Blub, dal titolo “#lartesanuotare”.

altri articoli