Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Lega e Fano Città Ideale: “Seri ha tradito i cittadini”

centro_destra_faneseFANO – Dura presa di posizione della Lega Fano e di Fano Città Ideale all’indomani del consiglio comunale espressa in questa nota.

“La maggioranza a trazione PD parte male. Nelle linee programmatiche del Seri-bis spuntano fuori l’ok al digestore con Marche Multiservizi e all’ampliamento della discarica di Monteschiantello con l’incremento dei rifiuti speciali non pericolosi. Nulla di questo era scritto nel programma elettorale, anzi a più riprese il Sindaco aveva affermato con enfasi “Il digestore non si farà, basta creare allarmismo!

Seri e la sua maggioranza – tuonano i consiglieri di centrodestra – hanno tradito i cittadini. E’ un brutto vizio del PD quello di promettere la luna e poi fare il contrario di quello che hanno raccontato in campagna elettorale.

La Lega e Fanocittaideale hanno smascherato subito questo tradimento,  provando ad emendare con proposte concrete il documento (a differenza del M5S che si rispecchia su diversi punti del programma di mandato del PD).

Purtroppo in modo anche arrogante la maggioranza ha bocciato tutte le proposte del centrodestra che riguardavano la promozione del dialetto fanese, i piani particoleggiati della zona mare, l’innovazione tecnologica e i vari problemi della sanità.

Abbiamo chiesto di mettere nero su bianco che non ci debba essere all’interno dell’Ospedale Santa Croce nessuna ingerenza da parte degli interessi economici privati, ma anche qui è arrivato il niet della maggioranza.

Le linee programmatiche dell’amministrazione Seri-bis sotto molti punti sono le stesse del 2014 (PRG, Piani Particolareggiati, Ciclabili), tutte questioni che, purtroppo, fino ad oggi sono rimaste aria fritta.

Purtroppo è sotto gli occhi di tutti come le periferie e le strutture sportive siano state completamente abbandonate e non siano state minimamente citate nelle linee programmatiche.

Infine  – conclude la nota – non vorremmo che il “Waterfront”, cioè il rifacimento del lungomare, facesse la stessa fine del Parco Urbano: una fontanella al Lido oppure 4 giochi in mezzo al campo d’aviazione”.

altri articoli