Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

Il Giornale del Metauro

La battaglia di Paravento sul Monte Catria

battaglia_di_paraventoCAGLI – Domenica 23 giugno, dalle ore 11 a Paravento di Cagli, si terrà la IX edizione dell’evento “La battaglia di Paravento”, una giornata di iniziative storico – culturali per ricordare l’episodio di guerra partigiana avvenuto sul monte Catria tra il 19 e 20 giugno 1944, rimasto per anni scarsamente conosciuto pur essendo tra i più significativi, in cui perse la vita il giovane partigiano Mario Sabbatini.

La manifestazione, promossa dall’associazione culturale, storico, ambientale “La battaglia di Paravento” e dall’Anpi Pesaro e Urbino con i patrocini del Consiglio regionale delle Marche, della Provincia di Pesaro e Urbino e dei Comuni di Cagli, Frontone, Cantiano, Serra Sant’Abbondio e Pergola, prenderà il via alle ore 11 con il saluto delle autorità, seguito dalla presentazione del libro “Il miracolo della corda” di Monica ed Elvio Alessandri, con letture di Lucia Ferrati e delle ragazze dell’associazione “Olinda” inframezzate da “canti resistenti” di Tiziana Gasparini. Alle ore 13 pranzo organizzato dalla popolazione di Paravento (su prenotazione, 20 euro compresa tessera dell’associazione, tel. 392.0410823 – 348.3869901). Alle ore 14.30 “Mai più muri ma ponti e sentieri della libertà”, progetto per la realizzazione di un “sentiero della resistenza” per concludere alle ore 15 con “canti popolari resistenti” eseguiti dai gruppi  “GatoNegro” e “La Brigata”. L’iniziativa vede la collaborazione di “Squola Spazio Pubblico Autogestito” e dell’Università agraria degli uomini della Villa di Paravento.

“Nel resoconto ufficiale della V Brigata Garibaldi Pesaro – evidenzia lo storico della Resistenza Giorgio Bianconi – si trova soltanto un accenno sulla battaglia di Paravento, mentre invece risulta essere tra gli episodi più saliente della guerra partigiana nel territorio provinciale. Con la collaborazione dell’Anpi di Pesaro e Urbino e del partigiano Claudio Cecchi, che condusse la battaglia come commissario politico del distaccamento Pisacane del I battaglione della Brigata Garibaldi, si è cercato di colmare un’inspiegabile dimenticanza e di ricordare nel contempo le circostanze in cui trovò la morte il valoroso giovane partigiano Mario Sabbatini. In questi anni è stata deposta una targa in suo ricordo donata da Zeno Viggiani e tre anni fa è stato installato all’ingresso del paese uno splendido monumento creato dall’artista pergolese Artemio Loretelli che ricorda la battaglia”.

altri articoli