Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

In giro a Pasquetta con i documenti falsi, arrestato

47enne fanese si era recato dal tabaccaio per acquistare delle sigarette

carabinieri san costanzoSAN COSTANZO – I Carabinieri della Stazione di San Costanzo hanno tratto in arresto per possesso di documento valido per l’espatrio falso, un 47enne fanese, sottoposto a controllo nell’ambito dei servizi finalizzati a verificare il rispetto delle misure disposte dal Governo per contenere il contagio da COVID – 19.

Nel pomeriggio di Pasquetta, i Carabinieri di San Costanzo hanno intimato l’alt alla Fiat Punto di colore grigio guidata dal giovane fanese.

Il motivo dello spostamento era l’acquisto di sigarette dal tabaccaio più vicino. Versione compatibile con la sua abitazione di residenza.

Non altrettanto apposto erano però i documenti. La sua patente di guida risultava sospesa nel 2017 per precedenti violazioni e come titolo aveva esibito una patente rilasciata dalla Repubblica Croata.

Già alla vista il documento non appariva autentico. Stessa identica cosa per la carta di identità valida per l’espatrio, anche questa rilasciata dalla Repubblica Croata.

Gli accertamenti di rito presso i competenti uffici di cooperazione internazionale tra le foze di polizia dei diversi paesi europei hanno permesso di accertare che sia patente che carta di identità erano false. Nessuna traccia infatti è stata rilevata presso gli archivi di quel paese.

Il 46enne è stato quindi dichiarato subito in stato di arresto e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Questa mattina presso gli uffici della Compagnia di Fano si è svolta in videoconferenza l’udienza di convalida dell’arresto e il rito per direttissima, richiesti dal Sostituto Procuratore della Repubblica titolare delle indagini, Dott.ssa Valeria Cigliola.

Il fanese è stato condannato alla pena di 1 anno e 4 mesi di reclusione.

altri articoli