Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

In arrivo il primo disco di Jamie Joones e Tommi Yale

Due giovani studenti universitari, un ingegnere ed uno psicologo, uniti dalla passione per la musica.

JAMIE JOONES - RAFFAELLI
Andrea Raffaelli in arte Jamie Joones

FANO – Andrea Raffaelli,19 anni, è nato a Fano e vive ad Orciano di Pesaro. Frequenta il primo anno di ingegneria informatica a Bologna. Suona la chitarra ed il basso elettrico da quando era un bambino. In arte è Jamie Joones.

Andrea Antonazzo ha 21 anni è nato e vive a Fano, frequenta il primo anno di Psicologia ad Urbino. Suona la chitarra, il basso elettrico e la batteria da circa 14 anni. Il suo nome d’arte è Tommi Yale.

Jamie e Tommi, da alcuni mesi, sono impegnati nella registrazione del loro primo album che sarà composto da sei tracce inedite ed il cui lavoro è in fase di ultimazione.

“Sei canzoni – ci spiegano – che trattano temi come l’amore, le difficoltà che un qualsiasi ragazzo della nostra età può incontrare durante questi anni. Non parliamo di politica e non c’è alcun riferimento a qualsiasi tipo di autorità, vogliamo trasmettere un messaggio positivo e condividere le piccole felicità della vita. Il nostro genere? Potremmo definirlo indie, rock/musica alternativa/cantautorato”.

Un ingegnere ed uno psicologo che fanno musica, perché?

Vediamo la musica come un mondo parallelo, dove possiamo liberarci dai pesi quotidiani ed esprimere, anzi dipingere, le mille immagini e sensazioni che il pensiero inconscio ci permette di immaginare. I profumi, i ricordi e le impressioni prendono vita nei suoni e la fugace esperienza immaginaria viene resa immortale e concreta.

TOMMI YALE - ANTONAZZO
Andrea Antonazzo in arte Tommi Yale

Pensate possa diventare la vostra professione futura?

Momentaneamente la musica non può essere un lavoro, ma sicuramente non la possiamo relegare ad hobby o passione secondaria visto che la consideriamo come mezzo d’espressione quotidiana.

Come nasce questo vostro duo?

Nel 2016 ci siamo conosciuti in una discoteca e abbiamo fondato una band, i Bristol Boombay, scioltisi alla fine del 2019. Abbiamo poi iniziato a collaborare per i nostri progetti.

Perché avete scelto di scrivere e cantare in inglese?

Perché le nostre canzoni possano essere ascoltate da un pubblico più ampio. Dietro questa scelta c’è anche un nostro timore a trasmettere messaggi così intimi e personali nella nostra lingua madre.

Prima del rilascio del loro album Jamie e Tommi pubblicheranno due singoli dal titolo “All by my side” e “Santa Fe”.

altri articoli