Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Impianto fotovoltaico da 15.000 pannelli a San Lorenzo in Campo, prima vittoria di Comuni e Provincia

Il TAR boccia la richiesta dell’azienda privata che voleva non sottoporre a Valutazione di Impatto Ambientale il progetto dell’impianto fotovoltaico

impianto fotovoltaico san lorenzo campagna
L’area agricola da destinare a parco fotovoltaico

SAN LORENZO IN CAMPO – Il TAR respinge il ricorso della ditta che voleva realizzare un impianto fotovoltaico su terreni agricoli in zona San Severo composto da 6,8 Mega Watt composto da 15120 moduli fotovoltaici.

A darne notizia è il sindaco di San Lorenzo in Campo Davide Dellonti che ripercorre le tappe della vicenda.

IL PROGETTO DELL’IMPIANTO FOTOVOLTAICO

“Avevamo già parlato nei mesi di ottobre 2020 ed aprile 2021 del progetto di un impianto fotovoltaico a terra di potenza 6,804 MW (megawatt) per un totale di 15120 moduli fotovoltaici, in località San Severo – Bagnara, precisamente su terreno al Foglio 30, mappali 241 e 242, terreno “agricolo” in zona urbanistica E.

LA NECESSITA’ DELLA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA)

La Provincia – scrive il sindaco Davide Dellonti – nell’aprile di quest’anno aveva giustamente deciso di accogliere le osservazioni presentate dal Comune di San Lorenzo in Campo e dai Comuni di Pergola ed Arcevia, di cui ringrazio i sindaci Guidarelli e Perticaroli per l’impegno congiunto dimostrato, oltre ad altre sue pertinenti osservazioni, decretando che il progetto non può essere soggetto a semplice Autorizzazione Unica, ma dovrà essere sottoposto ad una approfondita Valutazione di Impatto Ambientale.

impianto fotovoltaico san lorenzo
L’area interessata dall’impianto fotovoltaico
IL RICORSO DELLA DITTA TITOLARE DEL PROGETTO AL TAR

Ebbene ad inizio giugno di quest’anno, la ditta proponente nella persona del legale rappresentante, un signore classe 1977, nato e residente a Dublino (Irlanda), ha promosso avanti al TAR Tribunale Amministrativo Regionale della Marche, ricorso nei confronti della Provincia di Pesaro-Urbino e del Comune di San Lorenzo in Campo, avverso la decisione di assoggettamento a Valutazione d’Impatto Ambientale del progetto, chiedendo anche la “sospensiva” cautelare, avanzando e lamentando fra le righe delle spese già sostenute per tecnici, progetti e permessi di rete.

Il ricorso verteva su una serie di motivazioni, sia procedurali che di merito, tese a sminuire l’impatto dell’impianto e definire come la decisione della Provincia sia stata dettata da “eccesso di potere per illogicità e contraddittorietà manifesta della motivazione”.

LA SENTENZA DEL TAR CHE RIGETTA IL RICORSO DELLA DITTA

Con grande soddisfazione – continua Dellonti – siamo lieti di comunicare che oltre a non essere stata accolta la sospensiva, nella giornata di ieri, 25 agosto 2021, è stata pubblicata la sentenza definitiva che respinge totalmente il ricorso promosso dalla ditta proponente l’impianto, accogliendo nel complesso le controdeduzioni svolte dall’Avv. Maria Beatrice Riminucci della Provincia e dal legale incaricato dal Comune di San Lorenzo in Campo, Avv. Maurizio Miranda.

Oltre la soddisfazione per questa ennesima vittoria delle pubbliche amministrazioni contro i cosiddetti “imprenditori del green”, quelli a cui interessa soltanto il profitto privato a scapito dei territori e delle popolazioni, ma che si fregiano di promuovere le energie rinnovabili e la transizione ecologica, progettando e cercando di imporre degli “eco-mostri”, rimane l’amaro in bocca per un ricorso che sarebbe quasi da definire “lite temeraria”.

Fra l’altro risulta assurdo infatti come la ditta proponente abbia potuto pensare di non sottoporre il progetto a Valutazione di Impatto Ambientale, un progetto ricordiamo su 12 ettari di terreno e con oltre 15000 pannelli fotovoltaici installati, con un elettrodotto interrato di chilometri di estensione.

Purtroppo inoltre le spese di lite al TAR sono state compensate, il che ci grava dell’onere di esborsare 9.000 Euro per le spese legali nel resistere al ricorso, soldi pubblici, dei cittadini di San Lorenzo in Campo, che potevano essere invece impiegati in manutenzioni stradali, verde pubblico, servizi sociali e scolastici, etc.

IL COMMENTO FINALE DEL SINDACO DI SAN LORENZO IN CAMPO DELLONTI

Ci auguriamo – conclude il Sindaco di San Lorenzo in Campo – che la ditta proponente si fermi qui, avendo speriamo compreso che non è possibile arrivare sui territori con tale prepotenza e direi tracotanza, imponendo una visione di green economy e di gestione territoriale e paesaggistica che non sarà mai quella di questa Amministrazione Comunale. Un ringraziamento particolare lo rivolgiamo all’Avv. Maurizio Miranda, per l’importante lavoro svolto.

Fotovoltaico SI, Energie Rinnovabili SI, ma NO sui terreni agricoli!

Continueremo a tenere alta l’attenzione e ci opporremo in tutte le sedi in caso i proponenti vogliano continuare a portare avanti il progetto, perché amiamo il nostro territorio e vogliamo salvaguardarlo.

Sappiano che troveranno una Amministrazione che non si lascerà intimorire e darà battaglia con ogni mezzo”.

altri articoli