Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Fano-Pesaro, Variante Gimarra, Baldelli: “Ennesimo fallimento di Regione e Comune sulle infrastrutture”

Una scelta fatta di fretta che non risolverà il problema del collegamento tra Fano e Pesaro.

francesco baldelli ospedale pergolaPERGOLA – Francesco Baldelli, vice presidente nazionale Anci e candidato alle elezioni regionali con Fratelli d’Italia, contesta il completamento dell’interquartieri attraverso Gimarra, sia nel merito sia nel metodo adottato.
“Questa decisione è l’ennesimo disastro di Comune e Regione sulle infrastrutture – sostiene Baldelli -. Ceriscioli e la sua giunta regionale, cannibalizzata dal Pd, anziché svolgere il giusto ruolo di regia, hanno tergiversato per 5 anni e atteso gli ultimi giorni per ricordarsi, ad un mese dalle elezioni, che la Statale tra Pesaro e Fano è troppo congestionata.
Così, dopo una intera legislatura di totale indifferenza, hanno posto all’amministrazione fanese un aut aut: o decidete in pochi giorni una soluzione oppure ritiriamo i soldi promessi.
Un aut aut vergognoso e politicamente scorretto, perché una giunta regionale uscente non dovrebbe vincolare ad un mese dalle elezioni, su opere fondamentali, il futuro di intere comunità.
E, così, con la pistola puntata alla tempia, il sindaco Seri e la sua maggioranza di sinistra, si ritroveranno a Ferragosto, con costume e pantaloncini, a prendere una decisione last minute su una questione fondamentale per la città che determinerà la viabilità per i prossimi decenni.
Una decisione adottata all’ultimo minuto, ma che tale non dovrebbe essere, perché gli enti interessati hanno avuto anni di tempo per elaborare una seria programmazione e per valutare con un’analisi approfondita e una adeguata concertazione con la cittadinanza, le cinque ipotesi in campo.
A tutto questo, si aggiunga il lassismo del sindaco di Pesaro, che si è completamente disinteressato di una strada che ha l’obiettivo di ridurre il traffico sulla Statale tra Fano e Pesaro e avrebbe dovuto perciò interessare anche a lui.
Ma la comunicazione tra i due sindaci, a quanto pare, lascia molto a desiderare. A rimetterci, come al solito, sono sempre i cittadini, quelli di Gimarra, che subiranno pesantemente questa scelta, poi i cittadini di Pesaro e Fano e tutti coloro che utilizzano e utilizzeranno abitualmente l’arteria stradale”.
Baldelli entra anche nel merito: “La variante in affiancamento all’A14 sarebbe stata la soluzione più economica e soprattutto la più adatta, come si legge anche in alcune considerazioni, per il collegamento verso l’ospedale di Pesaro.
Ma la soluzione scelta dalla giunta Seri – fa presente l’esponente di Fdi – devasterà invece l’ambiente senza risolvere il problema del traffico, anzi lo aggraverà. Il traffico pesante e veicolare continuerà infatti a gravare sulla Statale, visto che la nuova arteria si fermerà all’altezza dell’hotel Riviera e renderà la vita invivibile ai residenti di Gimarra.
La Statale, già adesso trasformata tra Fosso Sejore e l’ingresso di Pesaro in parcheggio durante l’estate, si congestionerà ulteriormente. Insomma, l’approssimazione di Ceriscioli, Ricci, Seri e compagni, determineranno un vero caos.
Ai lati, le auto parcheggiate dei bagnanti che riducono notevolmente la carreggiata, cui si aggiungeranno quelle dei cittadini dell’intera provincia e le ambulanze dirette all’ospedale di Muraglia, costrette a fare slalom impossibili in mezzo a questa confusione.
Ecco la programmazione sulle infrastrutture dei comuni di Fano e Pesaro e della regione Marche. Amministrazioni capaci finora di individuare una sola soluzione, quella del tutor tra Pesaro e Fano, attivato proprio nel week end appena trascorso, per massacrare di multe i cittadini che avrebbero invece bisogno di strade di collegamento e servizi degni del terzo millennio”.
altri articoli