Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Dal 6 dicembre le Marche diventano zona gialla

Il presidente Francesco Acquaroli: "Il virus continua a girare. Mi raccomando il colore della nostra regione è nelle vostre mani!"

marche zona giallaANCONA – Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato tre nuove Ordinanze sulla base dei dati della Cabina di Regia che si è tenuta il 4 dicembre.

Le Ordinanze saranno in vigore dal 6 dicembre prossimo.

La prima Ordinanza rinnova le misure restrittive vigenti relative alla Regione Abruzzo, che resta in area rossa, e alle Regioni Basilicata, Calabria, Lombardia e Piemonte, che restano in area arancione.

Con la seconda Ordinanza le Regioni Campania, Toscana, Valle D’Aosta e la Provincia Autonoma di Bolzano passano dall’area rossa all’area arancione.

La terza Ordinanza dispone il passaggio delle Regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Puglia e Umbria dall’area arancione a quella gialla.

Complessivamente, quindi, la ripartizione delle Regioni e Province Autonome nelle aree gialla, arancione e rossa dal 6 dicembre sarà:

  • area gialla: Emilia Romagna,  Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Provincia autonoma di Trento, Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria, Veneto
  • area arancione: Basilicata, Calabria, Campania, Lombardia, Piemonte, Provincia Autonoma di Bolzano, Toscana, Valle d’Aosta
  • area rossa: Abruzzo
IL COMMENTO DEL PRESIDENTE ACQUAROLI
Il presidente della regione Francesco Acquaroli ha così commentato: “Finalmente è arrivata la conferma che tutti aspettavamo: da Domenica torniamo in “zona gialla”.
Questa notizia ci fa piacere ma non deve essere considerata come una esenzione da ogni responsabilità.
Il virus continua a circolare e ogni giorno registriamo un numero di soggetti positivi ancora cospicuo.
Se non è necessario, dunque, dobbiamo cercare evitare luoghi di potenziale affollamento, dobbiamo tutti impegnarci al massimo per far sì che la nostra regione resti stabilmente in fascia gialla. Mi raccomando, il colore della nostra regione è nelle vostre mani. Vi prego di aiutarci!”
COSA E’ PREVISTO PER LE ZONE GIALLE
  • Vietato circolare dalle 22 alle 5 del mattino salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute. Raccomandazione di non spostarsi se non per motivi di salute, lavoro, studio, situazioni di necessità.
  • Chiusura dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi ad eccezione di farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno
  • Chiusura di musei e mostre
  • Didattica a distanza per le scuole superiori, fatta eccezione per gli studenti con disabilità e in caso di uso di laboratori; didattica in presenza per le scuole dell’infanzia, scuole elementari e scuole medie. Chiuse le università, salvo alcune attività per le matricole e per i laboratori.
  • Riduzione fino al 50% per il trasporto pubblico ad eccezione dei mezzi di trasporto scolastico
  • Sospensione di attività di sale giochi, sale scommesse, bingo, slot machine anche nei bar e tabaccherie.
  • Chiusura di bar e ristoranti alle ore 18. Asporto consentito fino alle 22. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni.
  • Chiuse piscine, palestre, teatri, cinema. Restano aperti  i centri sportivi.
altri articoli