Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Chiede allo Stato di pagargli l’avvocato ma aveva nascosto al fisco redditi per oltre 500mila euro

Un quarantenne di Urbino chiede il gratuito patrocinio allo Stato. Le indagini scoprono che vendeva automobili in nero.

guardia di finanza urbinoURBINO – Un quarantenne della città ducale, che aveva tentato di ottenere indebitamente il gratuito patrocinio a spese dello Stato, omettendo di dichiarare, nell’istanza presentata, redditi
derivanti da un’attività imprenditoriale svolta “in nero”, è stato denunciato dalla Guardia di Finanza di Urbino.

L’indagine è partita dalla segnalazione del Giudice di Pace che aveva ricevuto l’istanza da parte dell’uomo finalizzata all’ammissione al beneficio del patrocinio legale a spese dello Stato che può essere riconosciuto qualora sussistano determinate condizioni di reddito e patrimonio.

La Guardia di Finanza ha così provveduto ad approfondimenti da cui emergeva che le dichiarazioni di reddito gli permettevano di accedere al beneficio del gratuito patrocinio. Ma l’incrocio delle informazioni con altre banche dati ha fatto emergere una situazione economica diversa.

L’uomo, in un lasso di tempo alquanto ristretto, si era intestato numerose autovetture (24 solo nel 2017) poco prima che le stesse cessassero la circolazione in Italia per avvenuta “esportazione”.

I finanzieri hanno quindi subito sospettato l’indagato potesse svolgere “in nero” un’attività di commercio di autovetture usate. Ipotesi confermata da cui è emerso che l’uomo era un evasore totale per aver omesso di dichiarare al fisco importi per oltre 500mila euro.

altri articoli