Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

Regione Marche la sanità che cambia bonus malus

Caporalato nelle Marche, nominato il primo amministratore giudiziario

Il titolare dell'azienda nonostante i controlli continuava a sfruttare i lavoratori

caporalato_marcheMACERATA – E’ stato emesso per la prima volta nelle Marche dal Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale di Macerata un provvedimento di controllo dell’Azienda Agricola Girasole di Mohamed Malik in base a quanto prevede la legge contro il Caporalato. Il titolare dell’Azienda sarà così affiancato da un amministratore giudiziario nella gestione dell’impresa.

Ai fine agosto 2018 i Carabinieri avevano condotto un’azione di controllo nei campi agricoli nei comuni di Montelupone e Recanati da cui era emerso un via vai di lavoratori impiegati come braccianti agricoli presenti al lavoro dalla mattina al tardo pomeriggio, tutti privi di dispositivi di protezione, tutti stranieri.

caporalato_marche_2Il 31 agosto 2018 i militari avevano così ispezionato la sede dell’azienda identificando 13 lavoratori tutti richiedenti asilo politico, in possesso del permesso di soggiorni provvisorio ospitate nelle strutture del GUS di Macerata. Le indagini avevano poi permesso di scoprire la mancanza di retribuzione e riposo settimanale, giornate effettuale e non registrate nel Libro Unico del Lavoro, giornate completamente in nero, con giornate lavorative, sette giorni su sette, dalle 7 alle 19 per una paga di 5 euro l’ora, nessuna visita medica, né formazione e informazione dei lavoratori.

Il titolare dell’Azienda nonostante questi rilievi ha continuato la sua attività illecita che ha portato a fine gennaio 2019 ad un ulteriore controllo, in collaborazione con l’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Macerata, che ha permesso di identificare 62 lavoratori, tutti stranieri.

Al fine di non danneggiare i 60 occupati, la Procura ha disposto anziché il sequestro la nomina di un amministratore giudiziario. Il fenomeno dello sfruttamento sul lavoro è più diffuso di quanto si pensi ed il Comando Carabinieri per la Tutela del Lavoro, il reparto speciale più antico dell’Arma risalente al 1926, lavora nell’ottica contrastare questi fenomeni.

altri articoli