Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Buoni spesa nel comune di Fano, al via il secondo bando

Le domande si possono presentare fino a venerdì 17 aprile alle 13.

buoni spesa san costanzoFANO – Da questa mattina 14 aprile è possibile richiedere i buoni spesa per l’acquisto di generi alimentari e di prodotti di prima necessità, da utilizzare negli esercizi commerciali convenzionati con il proprio territorio di residenza.

“Con questa seconda fase l’intenzione dell’amministrazione comunale è quella di dare possibilità anche a quelle famiglie che, per svariati motivi, non sono riusciti a presentare domanda finora – spiega l’Assessore al Welfare di Comunità, Dimitri Tinti -.

Anche in questa seconda fase vengono confermati tutti i precedenti criteri con un’aggiunta importante condivisa con la Giunta: la richiesta potrà essere fatta anche da quei nuclei famigliari dove 2 o più persone a causa di questa crisi hanno subito la sospensione della propria attività lavorativa e che hanno un contratto d’affitto da pagare.

Finora c’è stato un buon riscontro da molte famiglie che hanno ricevuto i buoni spesa prima di Pasqua e c’è stata una buona organizzazione grazie anche alle associazioni di volontariato che ci stanno dando una grande mano per la distribuzione a domicilio”.

CHI PUO’ PRESENTARE DOMANDA

Ricapitolando, potranno accedere a questa seconda tranche quelle famiglie che non hanno presentato domanda nella prima fase e che soddisfano i seguenti criteri:

– nuclei famigliari monoreddito derivante da attività non subordinata e contratti atipici o nuclei familiari privi di reddito, che non siano assegnatari di alcun sostegno pubblico;
– nuclei famigliari monoreddito derivante da lavoro dipendente il cui datore di lavoro abbia richiesto ammissione al trattamento di sostegno al reddito a zero ore (es. CIG) ai sensi del D.L. 18/2020 nonché famiglie monoreddito, derivante da attività autonoma il cui titolare dell’attività abbia richiesto trattamento di sostegno al reddito ai sensi del D.L. 18/2020;
– nuclei famigliari monoreddito derivante da lavoro dipendente il cui datore di lavoro abbia richiesto ammissione al trattamento di sostegno al reddito ai sensi del D.L. 18/2020 a ridotto orario di lavoro.

A questi, si aggiunge una nuova categoria di beneficiari, ossia quei nuclei famigliari in cui 2 o più componenti abbiano subito, a causa dell’emergenza da Covid-19, la sospensione dell’attività lavorativa e che abbiano un contratto d’affitto per l’abitazione.

Per tutte queste famiglie, visto che l’Ordinanza n.658 del 29 marzo 2020 della Protezione Civile fa riferimento alla finalità di “soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali”, il criterio adottato rimane quello della liquidità attuale, determinato dal saldo dei c/c bancari o postali, riferiti all’intero nucleo famigliare, inferiore a 5.000,00 Euro al 31.03.2020.

I buoni spesa alimentari saranno erogati, anche in questo caso, prioritariamente ai nuclei famigliari con minori e disabili a prescindere dalla data di arrivo, mentre verrà erogato sulla base della data di arrivo della domanda sino all’esaurimento dei fondi disponibili a tutti i restanti richiedenti.

IL VALORE DEI BUONI SPESA

Il valore dei buoni spesa non cambia rispetto alla tranche precedente:
– nucleo familiare composto di n. 1 persona € 150,00
– nucleo familiare composto di n. 2 persone € 200,00
– nucleo familiare composto di n. 3 persone € 250,00
– nucleo familiare composto di n. 4 persone € 300,00
– nucleo familiare composto di n. 5 persone € 350,00
– nucleo familiare composto di n. 6 persone e oltre € 400,00

Il Comune, al termine di questa ulteriore finestra temporale (venerdì 17 aprile alle ore 13.00), redigerà un’apposita graduatoria e provvederà a consegnare ai volontari della Protezione Civile e di altri soggetti del Terzo Settore, i buoni spesa per la consegna al domicilio dei beneficiari.

A questi ultimi spetterà sottoscrivere per avvenuta accettazione la distinta fornita al Volontario.
I voucher spesa saranno sempre del valore nominale di € 10, € 20 o € 50.

La domanda dovrà essere presentata utilizzando l’apposita piattaforma on-line sui siti www.comune.fano.pu.it e www.ambitofano.it

Per coloro che non possono accedere alla modalità on-line, saranno disponibili 6 operatrici dei Servizi Sociali ai numeri:0721/887481-887482 e 887766 (da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 13.30).

altri articoli