Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

Il Giornale del Metauro

Amministrative 2019, Longhi lancia il progetto politico alternativo al Sindaco Rossi

Gianluca Longhi si dimette dalla segreteria del Partito Democratico di Cartoceto e lancia la proposta di una lista

gianluca longhi partito democraticoCARTOCETO – Nella serata di ieri, in occasione di un’assemblea straordinaria del Circolo del Partito Democratico di Cartoceto e Lucrezia, Gianluca Longhi ha rassegnato le sue dimissioni da Segretario politico.

“La motivazione – afferma Longhi – è da ascrivere all’onore di costruire sia una lista, in vista delle Elezioni Amministrative del prossimo 26 Maggio, quanto soprattutto un campo amministrativo civico ed alternativo all’attuale maggioranza, che vada oltre la scadenza elettorale e che lavori per i prossimi anni.

Le mie dimissioni sono doverose, in quanto la mia appartenenza partitica non deve in alcun modo rappresentare un ostacolo per il necessario dibattito sui principi, sui progetti, sulle proposte alternative rispetto all’attuale stato delle cose, di cui il nostro territorio ha bisogno. Questo non è più il momento della critica fine a sé stessa, ma di proporre cosa noi vorremmo fare per i nostri concittadini.

Innanzitutto – afferma Longhi – ci sentiamo in dovere di promuovere non il sistema di governo, già sperimentato, del cosiddetto “uomo solo al comando”, ma di una coralità, ove sull’ “io” prevalga il “noi”; inoltre crediamo che si debba favorire un’Amministrazione comunale presente sul territorio, che abbia veramente a cuore la partecipazione popolare così da creare un percorso virtuoso di confronto con la cittadinanza, in particolare coi giovani, in quanto si è parlato poco di giovani e pochissimo coi giovani, e che dia importanza alla trasparenza, non solo intesa come pubblicazione degli atti sui siti internet (lo impone la legge), ma soprattutto come presa di responsabilità degli amministratori stessi riguardo a come vengono spesi i soldi dei contribuenti, ad esempio attraverso delle assemblee pubbliche (quel principio che è chiamato nel mondo anglosassone, “accountability”).

La macchina amministrativa – continua Longhi – dovrà essere rivista, considerata la pericolosa situazione di sottorganico che la attanaglia da alcuni anni; questa è la condizione imprescindibile per cercare di rispondere il più efficacemente possibile alle esigenze dei cittadini.

Le politiche sociali dovranno tornare al centro dell’azione amministrativa perché uno dei compiti che ha l’Ente comunale è quello di riportare al centro tutti coloro che sono socialmente esclusi, mettendo in campo tutti gli strumenti possibili.

Dovremo rilanciare l’offerta formativa del nostro Istituto Comprensivo, puntando inizialmente sul tempo pieno, che è stato dimostrato essere il più importante strumento sociale di garanzia del lavoro femminile, insieme a tutte le altre cosiddette “infrastrutture sociali”.

Favoriremo un’Amministrazione comunale che coinvolga tutte le associazioni del territorio (sportive, sociali, culturali) affinché si possa creare di nuovo quel senso di appartenenza ad una specifica comunità che ci ha contraddistinto per tantissimi anni e che sembra essersi affievolito, per utilizzare un eufemismo, in quest’ultimo periodo.

La sicurezza e il controllo del nostro territorio dovranno essere potenziate attraverso il rafforzamento del corpo dei Vigili Urbani e del patrimonio degli strumenti di video sorveglianza.

Dal punto di vista ambientale abbiamo denunciato e saranno oggetto di maggiori attenzioni tutti quei casi di criticità ambientali che vedono ad esempio casi di acque bionde, nonostante siamo nel 2019, o di aree ecologiche non sempre salubri.

Favoriremo un rilancio del capoluogo di Cartoceto attraverso un pacchetto di misure economiche, di offerte culturali, di turismo verde, itinerante ed enogastronomico. Anche il cimitero della Pieve riceverà le adeguate attenzioni che merita.

La viabilità sarà oggetto di una seria e profonda riflessione sia in termini di piani di traffico che di stato di (poca) sicurezza di alcune arterie stradale, in questi anni tralasciate. Questi rappresentano solo alcuni esempi dei nostri propositi per il futuro del nostro Comune.

Si tratta – conclude Longhi – di un cantiere aperto, sia per quanto riguarda il programma che la composizione della lista. Avremo grande piacere di condividere questo percorso con quanti più concittadini possibili, trattandosi di un soggetto amministrativo che intende promuovere la partecipazione popolare; è per questo che siamo lieti di invitare la cittadinanza alle due assemblee che abbiamo organizzato a Cartoceto (Mercoledì 27 Marzo alle ore 21, presso la biblioteca “A. Ciscato) e a Lucrezia (Giovedì 28 Marzo alle ore 21, presso la sala pubblica “A. Cecchini”) per presentare questo progetto amministrativo civico, per ragionare sul programma e raccogliere eventuali adesioni”.

altri articoli