Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

“Ambiente, due cattive notizie dalla Regione”

La nota delle Associazioni ambientaliste marchigiane contro il taglio ai fondi per le aree protette della regione.

furloANCONA – “La precedente giunta regionale Ceriscioli, ogni anno, stanziava in media 1,8 milioni l’anno per le aree protette e tale cifra era stata da noi contestata, fin dal 2015, perché del tutto insufficiente a far sì che le 11 aree di tutela ambientale e parchi potessero realizzare i compiti loro affidati dalla legge, in particolare quelli di difesa attiva e valorizzazione dei territori.

Tale politica “dei braccini corti” ha impedito negli anni la creazione di altre aree protette.

Il nuovo assessore regionale all’ambiente, che afferma di essere cacciatore (gliene diamo atto), si vanta per aver assegnato, già a gennaio, i fondi per i parchi ma solo per 1,6  milioni euro perché, su suo emendamento, ne ha sottratti ben 200.000 euro (salvo futuro conguaglio) per fornire copertura, altrimenti non prevista, per smaltire rifiuti contenenti amianto,.

Il sapere che la cifra si è ancora più ridotta sarebbe positiva – secondo l’assessore – perché così ad inizio anno le aree protette potranno programmare con anticipo quali attività dovranno ulteriormente tagliare.

E, seconda cattiva notizia, è venuto fuori che era stata lasciato senza copertura lo smaltimento dell’amianto, salvo rifarsi sui parchi, che certamente non sono la causa della presenza dell’amianto.

Se il giorno si vede dal mattino non c’è da aspettarsi nulla di nuovo e di buono per il futuro dei nostri parchi. A tal proposito si attende il rinnovo del Consiglio Direttivo del parco del Conero”.

La nota è dell’Alleanza delle Associazioni Ambientaliste Marchigiane composta da: Club Alpino Italiano, Federazione Pro Natura, Gruppo di Intervento Giuridico, Italia Nostra, Lega Anti Caccia, Lega Anti Vivisezione, Legambiente, Lipu, Lupus in Fabula, Salviamo il Paesaggio, WWF Italia, Associazione Ente Zoofilo Ecologista, Associazione Luoghi Comuni, ENPA Marche, Salviamo il Paesaggio.

altri articoli