Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

A Fano tornati in classe in sicurezza oltre 5mila studenti

Il sindaco Seri e l’Assessore Mascarin hanno visitato alcuni istituti della città.

inizio anno scolastico comune di fano 1FANO – Per oltre 5mila bambini e ragazzi fanesi di scuola dell’infanzia, elementari e medie in 47 strutture scolastiche è suonata la prima campanella dell’anno e questa mattina il sindaco Massimo Seri e l’assessore ai Servizi Educativi Samuele Mascarin, insieme alla dirigente Grazia Mosciatti, hanno fatto visita in alcuni istituti incontrando studenti, famiglie, insegnanti e operatori scolastici.

“Questo primo giorno di scuola per molti aspetti inedito – si legge nella nota inviata dal comune – dopo quasi sette mesi di interruzione, rappresenta un traguardo importante per dirigenti, collaboratori, insegnanti, educatrici, funzionari, amministratori, tecnici, pedagogisti…con la restituzione a Fano delle sue scuole e a un’intera generazione del diritto al sapere e all’istruzione.

inizio anno scolastico comune di fanoInfatti – continua la nota – il Comune di Fano, insieme ai Dirigenti scolastici degli istituti comprensivi e delle direzioni didattiche statali, da tempo è impegnato per superare le difficoltà normative, organizzative e finanziarie che caratterizzano questa fase eccezionale imposta dall’emergenza Covid19 al fine di avviare regolarmente attività e servizi scolastici capaci di coniugare la qualità della proposta educativa con la rigorosa applicazione delle disposizioni di sicurezza sanitaria.

Un impegno grande per vincere una sfida senza precedenti, sia per il mondo della scuola sia per gli enti locali chiamati a essere più che mai protagonisti di questa ripartenza.

Nel primo giorno di scuola avviati senza particolari disagi anche i servizi di trasporto scolastico (potenziato con due nuovi mezzi e la presenza di accompagnatori a bordo) e di refezione scolastica (quasi 2mila i pasti erogati dalle 9 cucine comunali).

La scuola a Fano è ripartita, una buona notizia per migliaia di famiglie e per tutta la nostra comunità”.

altri articoli