Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

Esposizione Filiera biologica marche

Trasporto pubblico e turismo, la Valle del Metauro è scollegata

Una riflessione sui collegamenti pubblici nei giorni festivi verso le città dell’entroterra

ferrovia_valle_del_metauroFANO –  L’Associazione Ferrovia Valle del Metauro interviene sul nuovo collegamento ferroviario che da Piacenza collegherà con un treno regionale la costa marchigiana durante l’estate.

“E’ sempre un grande  piacere accogliere la notizia di un nuovo servizio ferroviario, ci riferiamo a “Marche line” il prossimo servizio “green” di Trenitalia Marche e Regione Marche dedicato ai turisti: due treni regionali che ogni week end circoleranno tra Piacenza e San Benedetto del Tronto dal 5 luglio al 1° settembre.

Anche Fano potrà godere di questa opportunità in più,  pertanto i viaggiatori potranno arrivare a Fano venerdì sera e ripartire domenica sera successiva spendendo la metà rispetto le corse normali viaggiando con sicurezza e poca fatica.

La Regione Marche pubblicizza questa iniziativa anche con la possibilità di visitare i nostri borghi, però se consultiamo gli orari dei collegamenti con autobus da Fano all’entroterra, balza subito all’attenzione che la possibilità di effettuare escursioni del genere sarà possibile unicamente il sabato.

Questo perché la domenica il trasporto pubblico è in sostanza inesistente, alcuni  esempi per tre principali cittadine: Fossombrone , Fermignano, Urbino.

Per Fossombrone la prima corsa utile da Fano parte alle h 12:00 e arriva a alle h 12:45 per il ritorno l’orario è alle 14:15: la sosta per visitare la cittadina è di 1ora e 30 minuti!

Per Fermignano stessa partenza alle h12:00 con arrivo alle h 13:10 e ripartenza alle h 13:50: la sosta è di 40 minuti!

Per Urbino identica partenza alle h 12:00 con arrivo alle h13:30 ( ben 1 ora e 30 minuti di viaggio!) con partenza di ritorno  solo immediatamente alle 13:35:  la sosta è di 5 minuti,  una vera visita lampo!

Inutile un nostalgico paragone con le vituperate Littorine che nell’ orario  del 1987 da Fano ad Urbino  effettuavano nei festivi 5 corse e impiegavano 1ora  e 8 minuti.

Per gli altri borghi dell’entroterra Cartoceto, Saltara, Montemaggiore, Serrungarina, Montefelcino ecc. nessuna possibilità.

Diciamo comunque che la strada intrapresa per facilitare l’arrivo delle persone è quella giusta: ecologica ed economica ma nella Valle del Metauro ricca di arte storia e cultura si avranno scarsi giovamenti e Fano non potrà sfruttare al meglio questa iniziativa”.

altri articoli