Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Siccità, ma è davvero tutta colpa del meteo?

Una interessante riflessione di Toni Matteacci sulla crisi idrica

siccita colpa del meteo torrente buranoCANTIANO – Una interessante riflessione di Toni Matteacci, assessore del Comune di Cantiano, sulla crisi idrica che ogni anno anno e in questa estate in particolare, colpisce il nostro territorio.

Matteacci oltre il dato oggettivo della riduzione delle precipitazioni pone l’accento anche sullo stato delle nostre reti idriche il cui stato non dipende certo dalla natura.

La riflessione di Matteacci parte dall’immagine torrente Balbano, affluente del fiume Burano (foto sopra), da lui scattata nel pomeriggio del 9 agosto:

“nel tempo necessario a scrivere questo post dal Pozzo del Burano saranno “emunti” circa 18.000 litri di pregiatissima acqua minerale, della quale per altro almeno 6.000 andranno persi a causa della dispersione nella rete idrica; sia per i 18.000 litri violentemente (e pericolosamente?) “emunti” che per i 6.000 litri dispersi dobbiamo ringraziare le eterne politiche di prevenzione, controllo, ammodernamento che da 15 anni e più (diciamo 20) vengono più o meno trasversalmente promesse alle popolazioni della “riserva” dell’entroterra in occasione delle numerose e ripetute emergenze idriche)”.

Matteacci si riserva di ripubblicare – come già fatto per la “rana bollita” che si occupa di sanità – anche per la sua gemella “rana assetata” che si occuperà del Pozzo del Burano e altre cronache e storie dai territori della “riserva”, di ripubblicare articoli, promesse, impegni, dichiarazioni degli ultimi quindici anni.

A futura memoria e sempre in attesa che saltino fuori i famosi studi-monitoraggi effettuati e depositati una decina di anni fa, utili per avere almeno in mano qualcosa di concreto su cui ragionare, e a quanto pare al momento “introvabili”.

altri articoli