Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

“Riprendiamoci l’energia”: un evento per scoprire le opportunità delle comunità energetiche

Un evento per scoprire le opportunità delle Comunità Energetiche: lo propone il gruppo consiliare in regione del Movimento 5 Stelle il prossimo lunedì 29 marzo con l’iniziativa “Riprendiamoci l’energia”.

Ma cosa sono le comunità energetiche? Gruppi di utenti che condividono l’energia prodotta da fonti rinnovabili: una prospettiva concreta, che dal Nord Europa sta sbarcando in Italia, portando con sè sconti in bolletta e interessanti incentivi da parte del MISE.

Famiglie, attività industriali e commerciali e perfino amministrazioni comunali possono allacciarsi insieme alla rete, e ottenere sconti dai distributori, per i minori costi di gestione dell’energia, e incentivi da parte del MISE. E il risparmio è ingente: si può arrivare fino a 150-160 €/MWh, oltre a finanziare la realizzazione degli impianti con il Superbonus 110%: l’apertura agli Enti Locali permette inoltre di immaginare investimenti green, magari sfruttando immobili dismessi.  

Per scoprire tutte le opportunità legate a questa innovazione, il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle organizza “Riprendiamoci l’energia”,  un incontro su ZOOM il prossimo 29 marzo, dalle 18.00 alle 19.30: a fare gli onori di casa, le consigliere regionali Simona Lupini e Marta Ruggeri, insieme a due ospiti di spicco.

Parteciperanno infatti all’evento il presidente della Commissione Industria del Senato Pietro Gianni Girotto, esperto di energie rinnovabili e di sharing economy, e Marco Bailo, sindaco di Magliano Alpi, il Comune in provincia di Cuneo che ha inaugurato la prima comunità energetica italiana. 

Saranno inoltre presenti i deputati e senatori marchigiani del Movimento, e gli amministratori locali dei Comuni a guida 5 stelle. A moderare il dibattito Niccolò Di Raimondo, collaboratore legislativo del Senato e del Consiglio Regionale Marche.

Le aree interne delle Marche sono costellate di piccoli borghi di collina o di montagna, con tante attività artigiane, piccoli servizi sempre a rischio chiusura, e una popolazione sempre più anziana: le comunità energetiche possono essere l’occasione perfetta per rilanciare questi territori in un’ottica green. 

Abbattere i costi dell’energia può rendere più sostenibile vivere e lavorare in questi territori, non solo dal punto di vista ambientale ma anche da quello economico. L’evento di lunedì sarà un’occasione per cittadini e amministratori, per capire come investire in energie rinnovabili e aiutare il pianeta e il territorio” così le due consigliere regionali, promotrici dell’evento.

L’incontro si svolgerà su ZOOM lunedì 29 marzo alle ore 18.00: è possibile iscriversi al link https://www.eventbrite.it/e/biglietti-riprendiamoci-lenergia-comunita-energetiche-e-energia-condivisa-148237168361 

altri articoli