Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Pacchi dono per i genitori delle due prime nate nel 2020

L'iniziativa a cura di Aset nell'ospedale Santa Croce di Fano

pacco dono aset
(da sx) il presidente di Aset spa, Paolo Reginelli, i medici Paolo Perrella e Francesca Perolo, il sindaco Massimo Seri, il papà di Serena, Antonio Esposito, la madre della bambina, Amanda Leo, e la piccolina;

FANO – Consegnati i pacchi dono di Aset spa ai genitori di Serena e Ludovica, le due prime nate nel 2020 nell’ospedale Santa Croce a Fano.

«Abbiamo confermato e rilanciato – afferma Paolo Reginelli, il presidente di Aset spa – un’iniziativa che continua ad avere molto successo proprio per il suo sostegno in termini concreti alle famiglie. Quest’anno proponiamo un’importante novità per i papà e le mamme di tutti i bebè venuti alla luce nel 2020 nell’ospedale di Fano: il Baby Bonus Aset.

Prevede uno sconto del 10 per cento sui prodotti per la prima infanzia e può essere utilizzato in ogni farmacia comunale gestita da Aset spa, tanto a Fano come a Marotta, a Piagge e a Cantiano. Lo sconto, che sarà valido per un anno a partire dalla data di nascita, è inoltre un modo per dimostrare attenzione verso i cittadini del futuro e per augurare a tutti buon anno nuovo».

Accompagnati dai medici Paolo Perrella e Francesca Perolo, il sindaco Massimo Seri e il presidente Reginelli hanno dunque fatto visita ai genitori di Serena e Ludovica, consegnando a mamme e papà altrettanti pacchi dono con prodotti per la cura e l’igiene dei bebè. Altri otto pacchi dono di Aset spa, per un totale di dieci, saranno consegnati ai familiari di bambini e bambine che verranno alla luce nei prossimi giorni. L’iniziativa è stata inaugurata l’anno scorso ed è stata adottata anche da altre amministrazioni locali vicine.

«Pacchi dono e Bonus Baby – ha detto il sindaco Seri – sono un positivo segnale di vicinanza a coloro, padri e madri, che stanno vivendo una grande gioia e che al tempo stesso si assumono una grande responsabilità. Si tratta di un intervento dalla forte rilevanza sociale, un sostegno concreto per le famiglie impegnate nella crescita dei figli piccoli, che a partire da quest’anno è diventato economicamente più sostanzioso. Estendo il mio augurio di buon anno ai bambini e alle bambine che nasceranno».

altri articoli